Un successo internazionale il 68° Montecatini Short Film Festival di Marcello Zeppi

Di Daniel Meyer

MONTECATINI. Numeri da record per l’edizione 2017 del MISFF – Montecatini International Short Film Festival, il più antico d’Italia: 155 film in proiezione, 57 Paesi rappresentati, 16 incontri tra tavole rotonde e Masterclass, 300 studenti dei Licei e degli Istituti Superiori coinvolti nei laboratori di cinema, 70 progetti di cinema nei tre giorni di Pitching, più di 6500 presenze in totale. Produttori, registi, attori, sceneggiatori, studenti, cinefili e soprattutto giovani cineasti da tutto il mondo sono venuti per partecipare a questo Festival, unico al mondo, che unisce il gusto per il cinema d’autore all’attenzione per la trasmissione delle conoscenze e la crescita dei giovani talenti. Vincitore della kermesse cinematografica il cortometraggio russo “I can see you” di Denis Kudryavtsev, che dopo un tour tra i maggiori festival russi e cinesi è sbarcato a Montecatini, convincendo la Giuria Internazionale guidata da Marc Ruscart. 

Best Italian Short Film è stato “Gionatan con la G” di Gianluca Santoni, giovane regista promettente, già vincitore del Cinemaster 2017, il progetto promosso da Studio Universal. Giovani emergenti, ma anche grandi star: quest’anno, a Montecatini sono stati premiati con l’Airone d’oro attori del calibro di Giancarlo Giannini, Sarah Maestri e Sebastiano Somma. Ma quello che rende unico è il MISFF è il fatto di essere non solo una vetrina prestigiosa per il cinema internazionale, ma anche un vero e proprio “laboratorio di cinema”. Questo, grazie a iniziative come il rinnovato Pitching MISFF “Authors’ Days” che, grazie alla nuova formula voluta dal Presidente, ha visto il coordinatore Alessandro Grande e una qualificata platea di produttori, registi, sceneggiatori e coach, assistere alla presentazione di settanta progetti dall’Italia e dall’estero; così, anche quest’anno, alcuni “sogni nel cassetto” diverranno realtà. Grazie alla partnership con la FEDIC (), sono stati invece promossi i laboratori di cinema per le scuole, condotti da Laura Biggi e Lorenzo la Federazione Italiana dei Cineclub Caravello.

Il Presidente Marcello Zeppi ha dedicato questa edizione del Festival ad un tema di fondamentale importanza: la trasmissione delle conoscenze e l’attenzione ai giovani. È questa la più autentica mission del MISFF, e questo impegno didattico si articola in decine di nuove convenzioni con Licei e Istituti Superiori di cinque province toscane, con progetti di Alternanza Studio Lavoro Creativo per il Cinema e l’Audiovisivo con laboratori di cinema portati avanti dal Presidente; al momento sono coinvolti 300 ragazzi, e saranno più di 1000 entro la fine del 2018. E per l’edizione numero 69 il Festival rilancia con una programmazione triennale, che prevede alcune importanti novità, tra cui il Comitato Artistico Internazionale, nel quale saranno presenti importanti supervisori artistici provenienti da tutto il mondo, un comitato tecnico rivolto alle categorie economiche, e un comitato di organizzazione con una speciale sezione dedicata al fundraising.

Nelle foto, l’organizzatore Marcello Zeppi, l’attore Giancarlo Giannini e il Sindaco di Montecatini Giuseppe Bellandi; nella foto interna la cantante Federica Vincenti, l’On. Edoardo Fannucci (V. Pres. Commissione Bilancio) e Olga Lesnova, attrice, ed infine il Fedor Krat, produttore russo.

Lascia un commento