Filo diretto tra Sanremo e Napoli. Si affaccia all’orizzonte il progetto musicale SanremoCantaNapoli

di Tiziana Pavone

Il Festival di Napoli ritorna al Casino di Sanremo?

E’ un’idea dell’Associazione NoProfit Cultura&Comunicazione di Sanremo in collaborazione con la società SanremointheWorld di Manuela Poletti. Il progetto è stato presentato al Casino di Sanremo, nella persona del Direttore Generale, Ingegner Gian Carlo Prestinoni che, trovandolo interessante, l’ha proposto al Consiglio di Amministrazione.

Il motivo che lega Napoli a Sanremo è che nel 1932 “Il Festival Napoletano” è nato nel Salone delle Feste della casa da gioco sanremese, grazie all’allora gestore Luigi De Santis, napoletano verace e amico di grandi artisti dell’epoca come Ernesto Murolo, Raffaele Viviani ed altri. A distanza di circa 85 anni, dunque, l’evento partenopeo potrà ritornare a Sanremo.  Rinascerà sotto forma di concorso canoro, con il nuovo marchio SanremoCantaNapoli coniato da un gruppo di creativi della città dei fiori che fanno capo all’editore Ilio Masprone. Il progetto prevede la sua attuazione nell’aprile del 2018. Il concorso, riservato a cantanti italiani, anche residenti all’estero, durerà una settimana. E questo per soddisfare la richiesta dei partecipanti nelle tre singole categorie previste. Il progetto verrà presentato ufficialmente al Sindaco di Napoli, Luigi De Magistris il 9 maggio prossimo. Il primo cittadino partenopeo è già stato informato dell’evento da due dei più stretti collaboratori della Regione Campania: Nello Silva e Lello Greco, dell’omonima agenzia di spettacolo.

Si parla già delle probabili presentatrici. La bellissima attrice di fiction Serena Rossi e l’eccellente attrice di teatro Luisa Ranieri (moglie di Luca Zingaretti), sono tra le candidate.

Sono anche previste illustri presenze artistiche significative napoletane, e non soltanto. Nella foto in alto il manifesto originale di quello che fu il Festival Napoletano del 1932. Per questo straordinario evento sono previste a Sanremo almeno 500 presenze, solo tra quelle provenienti dalle zone del napoletano. Di queste, in gran parte sono, fatto per niente trascurabile, ferventi giocatori di Roulettes e Chemin de Fer. La partenza delle iscrizioni al concorso internazionale è prevista per l’inizio di giugno 2017. E possono partecipare solo brani esclusivamente inediti e cantati, ovviamente, in lingua partenopea

Modulo Iscrizione

ARTICOLI CORRELATI

 

 

Lascia un commento