Il destino si accanisce sul Festival di Ama e Fiore

13, Feb 2021 | Festival di Sanremo, Speciale

di Illy Masper

SANREMO. Il ritorno in fascia Arancione (fino al 25 febbraio) della Regione Liguria, e più in particolare in Provincia di Imperia, è un vero accanimento anche verso l’imminente Festival di Sanremo in programma dal 2 al 6 marzo. Mancano poco più di 15 giorni alla partenza dell’evento, ma il terrore corre sul volto degli addetti ai lavori (circa 300) che tremano al pensiero che qualcosa possa andare storto, oltre al danno ormai rilevante, anche economicamente, che sta creando la pandemia. All’interno del Teatro Ariston i lavori comunque procedono spediti e il palcoscenico è praticamente quasi pronto (vedi foto) per ospitare intanto le prove, mentre da un giorno all’altro si aspetta l’arrivo del duo Amadeus-Fiorello e via via i cantanti che si esibiranno poi nella settimana festivaliera, anche se molto lavoro di preparazione sta già avvenendo nelle sedi della Rai di Milano e Roma. Quest’ulteriore notizia di ritorno in colore arancione fa paura e qualche tecnico a Sanremo è stato allontanato causa probabile Covid; la scenografia di Gaetano Castelli (colpito anche lui) è pressoché pronta e così i tecnici audio e video sono altrettanto pronti, tamponati e con mascherina calzata che cambiano due e anche tre volte al giorno per sicurezza. Lo stesso apparato di Sicurezza Sanitaria. che coprirà l’intera settimana del Festival, Palafiori e Via Matteotti compresa, è stata opportunamente organizzata con almeno 300 volontari (già tutti vaccinati) che saranno posizionati attorno alle strutture del Festival, pronti per intervenire per qualsiasi evenienza e lo stesso sarà per le ambulanze della Croce Rossa e non solo, disposte in varie zone del centro città con tanto di medici e infermieri a bordo, mentre la Polizia farà da scorta. Un apparato sanitario decisamente adeguato e che possa dare tutte le garanzie possibili ad un Festival fortemente voluto dalla Rai pronta a superare qualsiasi ostacolo, anche finanziario che possa mettere in pericolo l’avvenimento televisivo più importante dell’anno che salverà anche lo stesso Comune di Sanremo e Casino Municipale da un default disastroso che metterebbe in ginocchio ancor più la città dei fiori. Dal 25 febbraio poi dovrebbe terminare il nuovo DPCM e riportare la zona in Giallo, ma i sanitari sperano che nel frattempo la situazione contagi dia risultati migliori. A quel punto il nuovo Governo del Professor Draghi potrebbe prendere la decisione di lasciare più libera almeno Sanremo, sempre però ché si trovi la possibilità di stoppare i francesi (causa principale degli incrementi dei contagi) alla frontiera di Ventimiglia. Ma questa è una decisione che solo il Governo italiano e francese possono eventualmente adottare. La potenza di mamma Rai potrebbe arrivarci.

Potrebbe interessarti…