Fuori Tempo Massimo – Ditonellapiaga e Rettore, Chimica

da | 5 Feb 2022 | Festival di Sanremo

Sono giunto al mio 32° Festival di Sanremo consecutivo. Perché lo sottolineo? Perché la notizia è che, in 32 anni, ho visto cambiare tutto, più volte. Soprattutto la musica. Quest’anno, per Festivalnews, ho deciso di parlare delle canzoni di questa edizione che mi hanno particolarmente colpito.

Oggi tocca a CHIMICA di DITONELLAPIAGA e RETTORE

Tralasciamo ogni tipo di discorso, troppo lungo da fare, troppo complesso e troppo delicato, su chi merita di accedere a Sanremo e chi no. Anche perché potrei scrivere cose da cui non si torna più indietro. Per cui facciamo finta che Margherita Carducci, in arte Ditonellapiaga, abbia scritto la canzone “San Martino” e che poi, essendo diventato un successo mondiale, lei abbia acquisito lo status di “big” con relativo accesso al Festival di Sanremo. Ma in coppia con Donatella Rettore, che era già un mito vivente quando io frequentavo ancora il liceo, dunque a metà degli anni ’80. Le sue canzoni, che tanto affascinavano noi “paninari” e “discotecari del sabato pomeriggio” appartenevano ad un genere unico: il pop misto alla dance mista al punk. Per cui Donatella spiccava rispetto a tutti, italiani e stranieri. Passano 40 anni, Donatella ha 66 anni. Quando leggo il suo nome nel cast di Sanremo 2022 vengo assalito dalla curiosità di scoprire quale tipo di canzone potrà mai interpretare dopo così tanto tempo. Colpo di scena, la storia si ripete: pop misto alla dance mista al punk. Clamorosamente forte, facile, immediata e coinvolgente. La Rettore non sbaglia una nota. Nel frattempo, io ho una nipote che va al liceo (ciao Elisa!) ma per la Rettore il tempo non è passato. E poi mi piace il “chiii-chi-chi-chi-chi-chi-chimica”.

Per cui ricapitoliamo: prima Dargen D’Amico con “pà para-rà pararà pà-pà” che fa il verso a “parà-papà-pà-parà” di “Perché Sanremo è Sanremo” e poi la Rettore con “chiii-chi-chi-chi-chi-chi” come “per colpa di chi-chi-chi-chi, chi-chi-chiii-chi” di “Per Colpa di Chi” di Zucchero. Mi piacciono i versi, cosa ci posso fare? Sono un ex-discotecaro degli anni ’80. Chiedo scusa se non ho parlato di Ditonellapiaga, ma non saprei cosa dire. Ne parlerò nel 2062 quando canterà in coppia con una nuova sconosciuta leva della musica italiana. Azzardo il nome: “Grhrhstgrpxplrtjws”. Sperando che facciano ancora pop misto alla dance mista al punk.

Scritto da: Massimo Morini

Ti potrebbe interessare…