Tananai – Sesso occasionale

da | 1 Feb 2022 | Sanremo 2022

Tananai si presenta al Festival di Sanremo 2022 con il brano Sesso occasionale ed è una delle tre Nuove Proposte in gara insieme ai big della canzone. Ricordiamo che quest’anno i tre emergenti selezionati gareggiano di diritto insieme ai big. Tananai è il nome d’arte del 26enne milanese Alberto Cotta Ramusino ed è attivo musicalmente dal 2017. In questi pochi anni ha ammesso di essersi dedicato sia al cantautorato che alla produzione e composizione di tracce: ha all’attivo 6 singoli e un EP. Tra i brani più conosciuti dell’artista, fortissimo sui social network e sulle piattaforme come Spotify e Tik Tok, annoveriamo Bear Grylls, Ichnusa, Goddamn, Maleducazione ed Esagerata, quest’ultima lo ha fatto arrivare al vertice della classifica di Sanremo Giovani lo scorso dicembre. Qualche curiosità su Tananai? Prima di utilizzare questo nome d’arte si faceva chiamare Not For Us e sul suo profilo Instagram ufficiale ha già oltre 14 mila followers. Il cantautore ha un tono vocale basso e avvolgente secondo gli esperti e ha già all’attivo una collaborazione con Fedez che ne ha notato ben presto le potenzialità. Non ci resta che attendere le serate live su Rai 1 per scoprire di più sul suo brano, Sesso occasionale, in gara al Festival di Sanremo 2022.

Canzone

Interprete: Tananai
Brano: Sesso occasionale
Autori: 
di D. Simonetta – P. Antonacci – A. Raina – A. Cotta Ramusino
Ed. Music Union/Edizioni Curci/Eclectic Music Group/Starpoint International – Milano – Roma

Non mi ricordo dove ho parcheggiato la mia macchina distrutta
Ok va bene che sono distratto nemmeno tu sei perfetta
E quanto ti ho aspettata ma tu no no, stavi cercando un tipo, qualcosa che non ho
Un altro un po’ più freddo ma io no, io c’ho 38 gradi in corpo
E la testa in alto mare, troviamoci una casa
E non finiamoci più nel sesso occasionale
Ma sappi che tra un anno, un giorno, non avrò capito ancora di cosa hai bisogno
Baby ritorna da me e metti via quella pistola
Baby ma dai cosa c’è, quell’altra non mi è mai piaciuta
Abbiamo litigato come i gatti sembra che è caduto il cielo
Ok va bene che non lo rifaccio si però dai anche meno
E quanto ti ho aspettata ma tu no no
Ballavi con un tipo, de Niro al quinto shot
Rimani fino a tardi ma io no, io me ne vado che c’ho sonno
E la testa in alto mare, troviamoci una casa e non finiamoci più
Nel sesso occasionale ma sappi che
Tra un anno, un giorno, non avrò capito ancora di cosa hai bisogno
Baby ritorna da me e metti via quella pistola
Baby ma dai cosa c’è, quell’altra non mi è mai piaciuta
Tranquilli noi, tranquilli mai, tranquilla lei non mi è piaciuta
Tranquilli noi, tranquilli mai, tranquilla lei non mi è piaciuta
Baby ritorna da me e metti via quella pistola
Baby ma dai cosa c’è, quell’altra non mi è mai piaciuta
Tranquilli noi, tranquilli mai, tranquilla lei non mi è piaciuta

Analisi del testo

Speriamo per lui che diventi un mantra. Nel senso più moderno del termine.
Un altro affezionato al baby talk, direbbero gli esperti di linguaggio.
Un testo che passa come un’onda senza scoglio. Più etereo della schiuma.
Interessante però la struttura del verso che è molto vicina al parlato come da tradizione dialettale.
Ma qui non c’è tanto né lingua né dialetto.
Un gran minestrone di pensieri senza una direzione: il sesso occasionale sembra solo un titolo per fare colpo. Come se ormai certe parole fossero ancora trasgressive…
Giovani vecchi direbbe qualcuno…

Foto di: Leandro Emede

Scritto da: Rosa Revellino

Ti potrebbe interessare…