Luca e Matteo Dellai – Io sono Luca

da | 3 Mar 2021 | Cantanti e Canzoni, Nuove proposte

Categoria: Nuove proposte

I fratelli gemelli Dellai a Sanremo 2021 porteranno sul palco dell’Ariston uno dei temi più importanti e cari ai giovani di oggi. Il progetto dei gemelli è stato già premiato ad Ama Sanremo, la vittoria del nuovo format, infatti, gli ha consentito di raggiungere la finale a Sanremo. I gemelli hanno seguito studi differenti. Luca ha frequentato il liceo della musica, ha proseguito i suoi studi musicali al Conservatorio di Pesaro e qui si è anche laureato in economia. Al contrario, Matteo studia architettura all’Università del ferrarese. Un annetto fa circa Matteo ha iniziato a scrivere la canzone di suo pugno facendosi poi aiutare dal fratello per l’arrangiamento della stessa. Il progetto Dellai è ciò che ha tenuto uniti i fratelli anche mentre studiavano distanti l’uno dall’altro. Scrittura, composizione e musica sono le passioni che legano due fratelli gemelli ma diversi tra di loro. Le opere iniziate durante l’adolescenza sono state concretizzate dagli studi che entrambi hanno portato avanti, sul web, il successo che hanno raggiunto è enorme. Matteo, metterà a nudo la sua personalità introversa che è riuscito a fortificare solo grazie all’aiuto della musica e alla collaborazione del fratello.

Canzone

Interprete: Luca e Matteo Dellai
Brano: Io sono Luca
Autori: Luca e Matteo Dellai
Casa discografica: Universal Music Italia/LucaRedCrew

Così viene giù il cielo
e qualcuno continua a parlare
a dire che la guerra è brutta
e che è difficile ricostruire

Ho visto castelli di carte
cadere senza fare rumore
sapessi quante bombe li han centrati
prima di farli cadere

Luca ha una scusa buona per ogni suo sbaglio
tipo che è costantemente in ritardo
pare Schumacher che vola al traguardo
una testa a metà e una fissa col viaggio

E si vergogna con gli altri a parlare
da quando suo padre non torna a Natale
ha paura di uscire, i treni affollati
di amare una donna, restare incollati

Però Luca in fondo con gli amici sta bene
lui si vergogna quando deve parlare
ha una chitarra ma non sa suonare
disegni pregi sopra il costume
che gli hanno fatto indossare

Luca nasconde castelli di carte
ali di cartone per poter volare
Luca che a forza di cadere
ha imparato a planare

Luca ha una testa vuota ma c’è tanto dentro
la vita gli ha insegnato tutto ciò che sa
e spesso in mezzo a tutti si sente diverso
si nasconde dietro le spalle strette che ha
mentre l’oroscopo ripete che ha Saturno contro
si sente fuori posto all’università
collezionando vinili di Dalla e Battisti
schiaffi di sogno, una testa a metà

Però Luca in fondo con gli amici sta bene
lui si vergogna quando deve parlare
ha una chitarra ma non sa suonare
disegna pregi sopra il costume
che gli hanno fatto indossare

Luca nasconde castelli di carte
ali di cartone per poter volare
Luca che a forza di cadere
ha imparato a planare


Però Luca in fondo con gli amici sta bene
lui si vergogna quando deve parlare
ha una chitarra ma non sa suonare
disegni pregi sopra il costume
che gli hanno fatto indossare

Luca nasconde castelli di carte
ali di cartone per poter volare
Luca che a forza di cadere
ha imparato anche ad amare

Grande Matti, il pezzo è una bomba
Eh, no guarda io, io sono Luca

Analisi del testo

Canzone del doppio quella di propone il duo Dellai. Un testo che parla della storia di un ragazzo, come tanti, con le difficoltà di chi sta imparando a planare.

Racconta la vita complicata ma in fondo infinitamente semplice di un ragazzo che si affaccia alla vita con paure, problemi e timidezze. Il percorso quasi di tutti. Qui raccontato con il ritmo di chi comunque, ha vinto.

Luca nasconde castelli di carte- Ali di cartone per poter volare- Luca che a forza di cadere- Ha imparato anche ad amare

Perché la chiave di tutto è la compagnia degli amici che sono quella bolla di ingenua sicurezza di tutti i giovani. Il doppio è nella storia di questi due fratelli che parlano l’uno dell’altra perché ci vogliono rappresentare un mondo, un modo di sentire e di vivere. Che non vuole essere costretto in un costume goffo e finto.

Quasi viene giù il cielo- E qualcuno continua a parlare.

Il testo ci racconta così anche della profonda crisi di chi sta iniziando ad affrontare la vita, che è sempre un conflitto a cielo aperto- Ho visto castelli di carte- Cadere senza fare rumore.

Bastano ali di cartone per imparare a volare.

Luca è il simbolo dell’esperienza ma soprattutto del futuro. Sopra ogni guerra. Con una chitarra in mano senza saper suonare.

Scritto da: Luca Giovannetti

Ti potrebbe interessare…