Bookmakers: Elisa e la coppia Mahmood&Blanco grandi favoriti della vigilia

da | 3 Feb 2022 | Festival di Sanremo

Di Romano Lupi

SANREMO. Per quanto riguarda la prima posizione di Sanremo 22 si preannuncia un testa a testa tra la coppia formata da Mahmood&Blanco, che sul palco dell’Ariston si esibirà con la canzone Brividi, ed Elisa, che gareggerà con la canzone O forse sei tu. Almeno nelle classifiche stilate dai bookmakers. Tra i contendenti, nel corso della scorsa settimana, c’è stato un susseguirsi di sorpassi, un altalenarsi che potrebbe ripetersi durante tutta la kermesse canora appena iniziata.

Le agenzie di scommesse sono scatenate nel fornire quote ma, in merito al gradino più alto del podio, sembrano essere tutte abbastanza in linea, con Mahmood&Blanco ed Elisa che si attestano attorno al 4.50 per cento. Nel momento in cui il giornale è in stampa con la prima uscita, delle sei previste, la leadership di “Sanremo 2022” è in mano (non troppo saldamente) all’inedito duo di Mahmood&Blanco. Il dato emergente, però, è quello relativo alla possibilità che tutto possa ancora succedere. In ogni caso, se dovessero essere confermate queste previsioni, si tratterebbe di un secondo successo sanremese, avendo vinto Elisa nel 2001 con Luce (tramonti a nord est) e Mahmood nel 2019 con Soldi Soldi. Nel caso di Blanco, invece, l’eventuale successo andrebbe a coincidere con la sua prima partecipazione festivaliera. Si tratterebbe di un ottimo auspico per la carriera di un ragazzo che, saltando ogni passaggio intermedio, parteciperà prima di aver compiuto 19 anni (li festeggerà il prossimo 10 febbraio). A quest’età, chi ci riesce, di solito partecipa alla competizione sanremese tra i giovani. Decisamente più incerta la situazione relativa al terzo posto. In questo caso esistono differenze rilevanti tra le varie agenzie di scommesse. 

La pattuglia di cantanti che si colloca alle spalle dei grandi favoriti per la vittoria finale è composta da Emma, Sangiovanni, Irama, Achille Lauro e La Rappresentante di Lista. Tutti, all’incirca, con quote più che raddoppiate rispetto ai primi. Tra loro, esistono numerose differenze di quotazione, anche se i favori del pronostico propendono leggermente per un’altra vincitrice del Festival: Emma, prima nel 2012 con Non è l’inferno. Nel suo caso l’oscillazione è contenuta tra l’8.00 (quota prevalente) e il 12.00, con la Sisal unica agenzia a fornire una valutazione di questo tipo. Attorno al 9.00 La Rappresentante di Lista. Achille Lauro, invece, si colloca sul 10.00; più o meno come Sangiovanni. Relativamente all’ultimo posto, quello occupato dal “grande sfavorito della vigilia”, abbiamo costatato come si sia insediata una plurivincitrice di “Sanremo”, Iva Zanicchi; trionfatrice per ben tre volte, quando il Festival si teneva ancora al Casinò: nel 1967 in coppia con Claudio Villa con Non pensare a me, nel 1969 in coppia con Bobby Solo con Zingara e nel 1974 con Ciao cara come stai? L’Aquila di Ligonchio, decisa a rimettersi in gioco a 82 anni (compiuti lo scorso 18 gennaio), ha quotazioni molto variabili oscillanti tra il 60.00 e il 100.00. Nell’albo d’oro del Festival, con i suoi tre successi, Iva Zanicchi è seconda soltanto a Domenico Modugno e Claudio Villa, entrambi trionfatori in ben quattro edizioni, ma, in questo caso, un successo da parte dell’“Onorevole Iva” sembra alquanto improbabile. 

Ricordiamo che le quote sono in continua evoluzione e con le prime esibizioni varieranno sicuramente. Il dato emergente dalle valutazioni dei bookmakers è quello di una sostanziale incertezza che soltanto le prime note sprigionate sul palco dell’Ariston inizieranno a chiarire meglio.

Scritto da: Romano Lupi

Ti potrebbe interessare…