Sanremo, Ariston vuoto? La Rai pensa alla sua Rete

da | 13 Gen 2022 | Città della musica

Cesare Cremonini super ospite e Orietta Berti speciale madrina del Festival

di Illy Masper

SANREMO. Da qualche settimana è iniziata la grande rivoluzione, a parole, di alcune associazioni di categoria della città sanremese, che pretenderebbero di indurre la Rai, innanzitutto a spostare il Festival di almeno un mese, e poi auspicare che il Teatro Ariston sia pieno di pubblico. Peccato però che la nostra cara Rai viaggi sui propri binari e si preoccupi, prima di tutto, di ottenere audience altissimi per rassicurare i suoi amati sponsor che hanno investito bene i loro soldini.

La tv di Stato deve portare a casa almeno, almeno, una ventina di milioni di euro prima di pensare di venire incontro alle esigenze, seppur importanti, dei commercianti, artigiani e albergatori locali che lamentano un calo di introiti, comunque molto preoccupanti. Stessa cosa vale per l’Ariston del buon Walter Vacchino: un eventuale affollamento rischierebbe di mandare a monte lo stesso Festival.

Dopodiché bisogna fare altre due considerazioni: che la Rai marcia con un proprio protocollo sanitario, molto rigido, quindi cerca in tutti i modi di evitare affollamenti tant’è che non ha esitato a sospendere le proprie iniziative collaterali all’Ariston, come quella che doveva esserci in Piazza Colombo, oppure lo stesso Tappeto Rosso di fronte al teatro che alimenterebbe affollamenti.

Che poi la città commerciale insorga per altre ragioni, spesso provocatorie e che non portano a nulla, e altrettanto vero quanto giustificato certamente, ma comunque non programmato. La situazione causata dalla pandemia probabilmente è sfuggita di mano nelle ultimissime settimane, per cui Rai Uno non potrà fare più nulla, potrebbe invece pensare di chiedere uno sforzo ai suoi sponsor e cioè di far mettere a disposizione una cifra considerevole per sostenere quelle categorie che andranno sicuramente in grossa perdita.

Oltretutto sarebbe anche un bel gesto per dimostrare che la televisione di Stato è vicina alle esigenze di questa sofferente città della musica e dei fiori, ultimamente un po’ appassiti.

In tutto questa faccenda il buon Amadeus non è affar suo intervenire, anche perché finito il Festival è finita la festa, poi tutti a casa felici e contenti?

Intanto il conduttore ha confermato un super ospite Cesare Cremonini (nella foto), per la prima volta a Sanremo, poi arriverà Orietta Berti, Regina della canzone nominata madrina del Festival da bordo nave in rada.

Scritto da: Festivalnews Redazione

Ti potrebbe interessare…