Il clima festivaliero è tutt’ora pesantemente sotto pressione

11, Set 2021 | Città della musica

La Rai pensa all’Eurovision Song Contest piú che al Sanremo Giovani?

di Illy Masper

SANREMO. Dal primo al cinque febbraio scatterà il Festival numero 70+2, ma se il clima generale sarà quello di oggi non aspettiamoci grandi cose.

Qui la Rai non c’entra, tanto meno la città dei fiori. La questione primaria per tutti è sempre quella della Sanità e dei contagi in forza dei quali si devono adottare tutte le misure necessarie, anche a costo di esagerare il concetto che la salute vada comunque salvaguardata. E fin qui nulla da eccepire, se non cercare almeno di salvare il prossimo Festival e che Dio ce la ri-mandi buona una terza volta. Di fatto non possiamo che rivolgerci a lui perché noi uomini (e qualche donna)in terra di danni ne facciamo già abbastanza. Altro punto: un Sanremo ancora blindato? Un po’ piú aperto alla vita? Un Teatro Ariston esaurito? Il Palafiori ancora bloccato? Insomma, tante domande che oggi non trovano risposte ma che dovrebbero essere date da un nuovo DPCM che qualcuno l’abbia in gloria Mario Draghi compreso.

Ma le previsioni di queste settimane non sono rosee nemmeno per gli amministratori sanremesi che non sanno che pesci pigliare per i troppi problemi in sospeso, mentre proseguono altre grane per il primo cittadino Alberto Biancheri e congiunti di Palazzo Bellevue. Cosa stia succedendo lassù ai piani alti lo sanno in pochi, ma quello che non sta succedendo – ad esempio – su quel benedetto concorso canoro Area Sanremo tutto tace e c’è da chiedersi perché. Eppure, siamo a metà settembre e che il Comune di Sanremo dica di aspettare quello che farà (se lo farà) la Rai con il Sanremo Giovani ci sembra una plateale scusa: le due iniziative musicali non sono legate tra loro, quindi? Sanremo prosegua, se ha gli elementi per farlo, altrimenti lo dica con chiarezza che non è in grado e aggiunga però anche gli eventuali motivi. Tutto sommato sarebbe meglio mettere un punto fermo (ed eventualmente ripartire per l’anno prossimo in maniera piú organizzata) piuttosto che continuare con un’organizzazione dell’ultimo minuto.

Quanto alla “nuova” Rai, ha ben altro cui pensare perché qualcosa sta cambiando e altro ancora cambierà, presto, per cui anche sul Festival di Sanremo sta ragionando in maniera molto diversa da prima: in sostanza si deve andare al risparmio e si mettono via i quattrini per l’Eurovision Song Contest, altra grana di non poco conto che mamma Rai dovrà sorbirsi altro che pensare al Sanremo Giovani!

Potrebbe interessarti…

Sanremo Music EXPO

Sanremo Music EXPO

The Musical Experience Sono passati circa 70 anni da quando, nel 1951, Nunzio Filogamo pronunciò la famosa frase “Cari...