Rosso Festival

da | 5 Mar 2021 | Festival di Sanremo

Potremmo pensare a creare una nuova denominazione di rosso, “ Rosso Festival” che continua a predominare, questa sera anche negli outfit maschili.

Un bel 10 per Bugo, strafigo nel suo abito rosso fuoco, ma dalla linea molto pulita e raffinata, che reinterpreta uno dei pezzi più belli della storia della musica italiana, “Un Avventura” di Lucio Battisti.

Finalmente vediamo un Amadeus “colorato” sempre fedele, anche troppo, al suo stile con la tipica giacca taglio smoking, ma questa sera ha scelto il rosso che è diventato il colore simbolo di questo Festival.

Promosso a pieni voti anche Giuliano Sangiorgi della band dei Negramaro: apre la serata cantando “4 marzo 1943”, un tributo a Lucio Dalla, che proprio oggi avrebbe compiuto 78 anni. Riguardo al suo outfit indossa, non a caso un completo giacca e pantaloni green, un capo ecosostenibile, perché come da lui stesso recentemente affermato ritiene, a ragione, che la moda è vestito e sostanza offrendo la possibilità di veicolare messaggi. Ha scelto il verde segno del proprio amore verso la terra, nonché un modo, colorato e glam, di sensibilizzare il pubblico sull’importanza dei piccoli gesti per attuare i grandi cambiamenti.

Fiorello, il mattatore di questo Festival, sempre più charmant con scarpe Oxford bicolore.

Presentatrice per caso, dopo il forfait della capricciosa Naomi, Vittoria Ceretti,  Musa di Karl Lagerfeld, super modella che ha calcato le più importanti passerelle del mondo, è compagna di serata di Amadeus e Fiorello.

Lei, di una bellezza abbagliante, con un abito di Valentino Haute-couture, nero, impreziosito da vistose ruches e fiocchi rosa. Too much!!! Il secondo abito indossato è invece molto più seducente pur nelle sue semplici linee.

Ha concluso con un abito strabiliante con trasparenze ad hoc ed un raffinatissimo fiore a lato del collo.

Bocciata questa sera, peccato, Francesca Michielin, penalizzata da uno scamiciato, strano incrocio tra uno stile collegiale e un costume tirolese.

Bella Noemi, con un crop top che dimostra tutto il suo orgoglio a scoprire una pancia piatta dopo i grandi sacrifici affrontati con la dieta. Chi al suo posto non lo avrebbe fatto?

Monica Guerritore ospite d’eccezione, ha accettato l’invito di Achille Lauro, per dar voce sul palco di Sanremo al suo impegno in prima linea perché il teatro continui a “vivere” e non si fermi. Una donna che non ha bisogno di commenti, da sempre un sex symbol intelligente, con una grande carriera. Voto 10. È stata una serata che ha dedicato un grande spazio al mondo del teatro e dello spettacolo duramente colpito a causa della pandemia.

Annalisa: bello il suo mini-dress con le frange, ma abbinato ad accessori poco convincenti come il collarino troppo alto e i cerchi in stile anni 80. Pessima la scelta degli stivali che troncano le gambe.

Gaia: basta con le frange!!!

Una serata di transizione tra l’inizio e la fine del Festival decisamente più informale, in cui i 26 protagonisti di Sanremo si esibiscono con cover e duetti che omaggiano la storia della canzone d’autore italiana. Una serata con meno sfarzo ma più sostanza.

Di Roberta De Amicis Consulente d’immagine

Scritto da: Sara GIOVANNETTI

Ti potrebbe interessare…