Festivalnews non rinuncia al suo compito e rilancia con una versione online e un Quotidiano digitale inviato a una mailing list di oltre 6000 iscritti.

da | 2 Mar 2021 | Festival di Sanremo

SANREMO. Fermarsi non è assolutamente una opzione che Festivalnews conosce, anzi si ripromette di rilanciare con la versione online, web e social, e un quotidiano inviato da oggi a oltre 6000 indirizzi mail, raccontando non solo ciò che succederà a Sanremo, sul palco dell’Ariston di Amadeus e Fiorello, ma soprattutto come nelle case private si seguirà questo particolare Festival Covid 19.

Ci adatteremo quindi alle esigenze sanitarie, senza accedere ai luoghi storici come il Teatro, il Casino e quant’altro, ma resteremo nelle nostre redazioni a distanza e le interviste previste saranno realizzate con smartphone e così per le fotografie che ci arriveranno dalle diverse relazioni e una decina di collaboratori. Il nostro amabile direttore Ilio Masprone e l’editore Luca Giovannetti se ne sono fatti una ragione, ma sono pronti ad affrontare questa nuova sfida giornalistica raccontata online e in formato magazine digitale da 24 pagine al giorno distribuite on line e in cartaceo se le premesse lo consentiranno.

Questo sfacelo, che tutti speriamo momentaneo, è ovviamente causato dal coronavirus e dalla situazione in evoluzione continua che limita il passaggio da un comune all’altro per cui viaggiare è diventato quasi impossibile, oltre che rischioso per cui si può andare incontro a sanzioni pecuniarie a seconda di chi trovi sulle strade.

Un fatto è certo: Festivalnews darà ampio spazio e commenterà in modo particolare questa situazione e come sia nata la volontà di realizzarla nonostante la drammatica situazione.

Quindi una prima domanda d’obbligo per tutti sarà: perché il Festival in questo periodo? Infine, ricorda ai lettori che il quotidiano sarà inviato a coloro i quali, nel frattempo, si sono accodati alle nostre iniziative annunciate per la prossima estate, anche sanremese.
Seguiteci perché ne leggerete delle belle, parola del direttore.

Di Katia Ferrante.

Scritto da: Sara GIOVANNETTI

Ti potrebbe interessare…