Di Marina Orhei

SANREMO. Affrontare l’argomento Festival della Canzone oggi non è solo prematuro, ma anche inopportuno con quello che sta accadendo nel Paese e quanto ancora purtroppo accadrà, sul piano economico, per un’estate che sarà assai difficoltosa. Ciò nonostante qualcuno al Festival ci deve pensare senza tenere conto di quanto raccontino alcuni Social che danno retta alle tante fake news che vorrebbero far slittare Sanremo al 2022. “Niente di più falso perché la Rai semmai sta pensando ad un semplice rinvio di uno o al massimo due mesi” – dice convinto il nostro Direttore Ilio Masprone -. Il Festival è un business troppo importante per la Tv di Stato e per Sanremo per non pensarci o, peggio, lasciarlo a sé stesso. Certo la situazione in Rai è abbastanza instabile tanto che si parla di un Amministratore Delegato alternativo il che farebbe supporre che di nuove iniziative e produzioni per ora non se ne parli proprio. Ma il Festival è un’altra cosa, fa sempre parlare, fa discutere ed è sempre all’ordine del giorno. A lato, comunque, il Capo Struttura e vicedirettore di Rai Uno, Claudio Fasulo è al lavoro già fin d’ora, ma non prende decisioni anche perché in autunno si prevede un cambio al vertice che manderebbe a casa il Governo Conte con l’obbiettivo di riportare presto l’Italia al voto, in primavera. Intanto aspettiamo fiduciosi l’imminente estate e auguriamoci che bastino le distanze e le mascherine per allontanarci definitivamente dal coronavirus e che finalmente ci lasci cantare “Un estate al mare, voglia di ballare…”

In foto Premiazione Vincitore Giovani – Festival di Sanremo 2020
Da sinistra Alessandro Il Grande (Presidente Consiglio comunale di Sanremo), Leo Gassman (Vincitore Sezione Giovani Sanremo 2020) e Giovanni Toti (Presidente Regione Liguria).