Di Illy Masper

A giudicare dal sito del Tour Area Sanremo 2017 (data del 22 agosto), pare che le cose non stiano andando nel verso sperato. Di fatto la scarna rassegna stampa pubblicata lo dimostrerebbe ampiamente e non è certo sufficiente dire che ci sono “numeri lusinghieri e giudizi positivi” se poi non si aggiunge altro. Ci aspettavamo che le notizie fossero ampiamente diffuse, tappa per tappa, per chiarezza e soprattutto per trasparenza; ma ci accorgiamo invece che non vengono diffuse le cose più interessanti, quelle che possono essere utili ad altri possibili iscritti o alla stessa amministrazione sanremese, visto che è la diretta interessata e che continua a tacere, forse perché non ha nemmeno lei notizie fresche da dare alla stampa locale.

In tal senso sarebbe il caso, quanto meno, che Anteros Produzioni anticipasse quanti, ad oggi, siano gli iscritti, quanto è stato incassato fino ad ora e quali sono le previsioni, visto che il Tour con i primi di settembre sarà arrivato alla fine. Al di là di qualche commento molto, ma molto generico di giornali locali, veri e propri resoconti non c’è ne sono e ci spiace perché il nostro sito www.festivalnews.it (il più diretto interessato oltre che molto seguito) li riporterebbe volentieri, magari enfatizzando un po’ anche lo sforzo degli organizzatori, compito che sappiamo bene non facile e che anzi andrebbero aiutati e possibilmente anche apprezzati se solo avessero più chiarezza e tempismo. 

Ma evidentemente non c’è nemmeno la volontà (o la capacità?) di dare informazioni al grande popolo della musica e non ne capiamo le vere ragioni. Viviamo in un momento in cui la comunicazione è basilare così come lo sarebbe la trasparenza, se applicata; tenere “nascoste” queste situazioni servono solo ad alimentare dubbi e incertezze anche sulla bontà dell’operazione e sulla serietà di un concorso (quello di Area Sanremo) già molto chiacchierato per lacune infinite e la presenza di personaggi che sarebbe stato meglio sostituire a monte di questa edizione.

Presto si arriverà alle conclusione del tour e si darà inizio alle fasi finali del concorso vero e proprio che si svolgeranno al Palafiori di Sanremo nel mese di ottobre. Sarà il momento della verità: si arriverà a conoscere tutte le notizie fin qui taciute? Avrà successo quest’altra edizione o sarà la fine di questa ingarbugliata situazione? Ci saranno i 1000 iscritti auspicati tre mesi fa dall’organizzazione?

A tutte queste domande risponderanno le autorità cittadine preposte e l’organizzazione del concorso se non cercheranno tutti quanti di continuare ad ometterle. Sarebbe un gran peccato soprattutto per quei giovani che credono che Sanremo sia, tutto sommato, la città della musica, della serietà che la stessa produce e della trasparenza organizzativa-economica (nella foto d’archivio la marea di giovani davanti al Palafiori).