Ci ha lasciati un grande amico, Daniele Piombi, un Giornalista, un Signore della televisione italiana

Di Ilio Masprone

Se ne andato poche ore fa un grandissimo amico di tanti anni: Daniele Piombi. Il presentatore-conduttore e Signore della televisione italiana. Un volto storico che si rifà all’epoca di altri grandi come Mike Bongiorno ed Enzo Tortora. Anche poco valorizzato perché non apparteneva a quella schiera sinistroide che mette in risalto solo chi vuole e al di là della pura meritocrazia. Perché Daniele era un grande professionista e con il sottoscritto lo ha dimostrato anche durante i dieci anni passati insieme in cui veniva all’Hotel de Paris di Monte-Carlo per presentare il prestigioso premio, Foglio D’Oro, dedicato agli italiani nel mondo e organizzato da chi scrive.

Il primo anno con noi c’èra un’amica carissima: Monica Bellucci che lo ricorda – anche lei, da Cannes – come un uomo galante. Un Signore d’altri tempi, che sapeva mettere a proprio agio chiunque gli si avvicinasse. Con Daniele abbiamo anche trascorso cinque anni ad Ospedaletti, dove aveva un casa in affitto e dove presentava, ancora con il sottoscritto come direttore artistico, il Festival della Canzone Dialettale

In questi ultimi anni non stava molto bene (è mancato a 83 anni), ma era curato dalla sua adorata moglie Mirella e sovente dalla figlia la quale, pur non essendo sua, le voleva un gran bene. Una famiglia che ha vissuto in serena armonia e che, nella sua bellissima casa in pieno centro di Milano, spesso ospitava amici artisti, colleghi giornalisti come era lui: termine che ha preteso fosse messo nel necrologio. Daniele era anche un buon compagno a tavola, perché apprezzava la buona cucina soprattutto quella emiliana come lo era lui, ma continuava anche a lavorare sul suo programma, il premio televisivo l’Oscar della Tv che poi la Rai ha soppresso da Sanremo, dicevano, per mancanza di fondi.

Lo ricorderemo sempre come una persona per bene, un uomo retto tutto d’un pezzo, che poco sopportava il dolore fisico che poi lo ha stroncato proprio oggi pomeriggio all’ospedale. In queste ore lo ricordano in tanti: giornali, televisioni, moltissimi siti, quindi doverosamente lo facciamo anche noi, ma con una diversa, quanto personale, motivazione, di aver perso un “vecchio” caro amico sincero e idealista: mai troppo interessato alle cose terrene. Eccolo con noi nella fotografia tutti in abito da sera, era una notte speciale: Daniele seduto, alle sue spalle, da destra il sottoscritto con il Segretario di Stato di Monaco e il Conte Niccolò Caissotti di Chiusano, tutti amici del Principato che Daniele amava frequentare, con noi naturalmente. Ciao Daniele, ciao dal tuo amico Ilio e ciao anche dalla tua cara amica Renata.