Un’elegante struttura a Pian di Nave per ricreare il Musical Hall, 5 Gala e la musica in… “Cuffia”

di Stefania Rulfi

SANREMO. Che sia la novità del Festival della Canzone 2019? Un’elegante tensostruttura capace di 300 posti a sedere (opportunamente riscaldata e illuminata con la giusta atmosfera) adatta per Gran Galà, poi trasformabile in Musical Hall dal vivo, in totale trasparenza per la gioia dei passanti che potranno vedere tutti ballare, ma non sentire nulla perché la musica della serata, dopo l’una di notte, sarà ascoltata attraverso sgargianti “Cuffie” colorate, quindi in rigoroso silenzio. Dunque sarebbe la prima volta che la città di Sanremo presenta una simile proposta durante l’evento italiano più importante dell’anno: un’iniziativa promozionale realizzata da una grande società straniera che intende presentare, durante il Festival del 2019, le sue attività turistico-sportive sotto la tenda e insilenziototale. E che tenda se si pensa che si tratta di strutture molto tecnologiche predisposte anche a sostenere qualsiasi tipo di intemperie senza che vengano scalfitte da nulla. Si tratta di una produzione americana non ancora presente in Italia (per ora solo in Francia), ma che sa benissimo che il Festival di Sanremo per il nostro Bel Paese rappresenta una sorta di attimo fuggente nel quale è sempre meglio essere presenti e farsi notare, piuttosto che stare a casa ad annoiarsi. Questo vale per gli artisti veri o anche quelli presunti (a Sanremo in quel periodo pullulano), ma anche per quelle aziende che durante la kermesse canora sanno che possono realizzare promozioni e buone attività di sale-marketing. La tensostruttura (che avrà un nome ancora in fase di studio), sarà riservata esclusivamente a quelle persone che avranno la fortuna di essere invitate per un Dinner di Gala (con tanto di Megascreen per assistere al Festival e al seguente spettacolo) o per un Happening cultural-musicale pomeridiano cui saranno presenti illustri personaggi e non soltanto dell’ambiente musicale. Al momento abbiamo promesso di non svelare nulla tanto meno fare nomi, in particolare per quello che sarà il prestigioso programma della settimana festivaliera (ancora oscure le date) di febbraio 2019. Possiamo soltanto anticipare che, alle spalle di questa operazione, ci sono alcune ridenti Regioni Italiane le quali pare siano intenzionate a sostenere l’iniziativa che, allo stesso modo, utilizzerebbero anche per le proprie promozioni invernali ed estive e per altre idee, anche queste ancora in fase di definizione. Regioni, dunque, abituate a programmare con largo anticipo le rispettive operazioni promozionali e che non vogliono correre il rischio di ritrovarsi all’ultimo minuto a dover poi rincorrere autorizzazioni o permessi liberatori. Questa duplice operazione Tenda, con eventuali Regioni, farebbe ben sperare per una settimana festivaliera piena di gradevoli sorprese, le stesse, e molte altre, cui ci ha bene abituati anche il Festival che propone Rai Uno e le sue trasmissioni spesso in onda dalla città dei fiori. La notizia è già arrivata all’Amministrazione Pubblica sanremese, nella persona dell’Assessore al Turismo il quale avrebbe già chiesto un incontro con i responsabili dell’azienda: prove tecniche per il PalaFestival, per il momento sotto una Tenda? (Nella foto in alto un esempio di Tenda, ma quella sanremese – dicono – sarà tutt’altra novità).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.