La Rai per Antonella Clerici batte cassa a Sanremo e Alberto Biancheri dice No…

Di Illy Masper

Il primo contatto romano tra il Sindaco Alberto Biancheri, il conduttore del 68° Festival Claudio Baglioni e il neo direttore di Rai Uno Angelo Teodoli, è avvenuto a Roma in un clima disteso e, al tempo stesso, molto produttivo: tutti d’accordo ovviamente sulle cinque serate dell’evento musicale dell’anno, un po’ meno sulla trasmissione di Antonella Clerici che la Rai vorrebbe realizzare da Sanremo a fine febbraio o ai primi di marzo 2018. Ora, che l’ente televisivo di Stato lo voglia fare nella città dei fiori è abbastanza comprensivo perché, di fatto, la scenografia del teatro sarebbe già pronta, così da risparmiare molti soldi; che però abbia anche chiesto 1 milione di Euro ad un Comune purtroppo spiantato non ci pare ragionevole per varie ragioni. 

E non perché la trasmissione non possa essere importante, ma che la Rai voglia “giocare” anche sulla richiesta economica con il fatto di mettere Sanremo ancora in onda, ci sembra quanto meno inopportuno. A nostro parere, tra l’altro, la visibilità che la città dei fiori ha durante il Festival della Canzone è già tantissima, al punto che altre trasmissioni fatte da questa riviera di ponente non aggiungerebbe proprio niente, tanto meno porta gente a Sanremo, se non gli addetti ai lavori che sarebbero comunque poche decine. Che il turista italiano venga a Sanremo apposta per assistere ad una trasmissione televisiva, seppur con l’amatissima Clerici, non lo crediamo affatto. Mentre per il Festival è tutt’altra cosa e, comunque, siamo sempre a numeri abbastanza ridotti, turisticamente parlando, perché gli alberghi sono quasi tutti esauriti dall’equipe che ruota attorno al Festival e pochi aprono le seconde case apposta per l’evento.

L’interesse dunque di mettere in onda Antonella Clerici da Sanremo è molto più della Rai: la città ha bisogno di soldi, questo si, e non di ulteriore visibilità. Anzi, forse il nome Sanremo attirerebbe più ascoltatori che non altre città italiane anche perché realizzarla subito dopo il Festival avrebbe ancora molto impatto e desterebbe ancora molta curiosità. Cara Rai Uno forse è Viale Mazzini che dovrebbe dare un contributo alla città di Sanremo perché in fondo in fondo utilizza un Brand internazionale che si chiama Sanremo, città dei fiori e della musica appunto. O no? (nella foto Angelo Teodoli, nuovo Direttore interno di Rai Uno).

Lascia un commento