Per il grande Toto Cutugno, arrivano anche i russi al Gran Galà della Stampa del Festival.

Di Marco Volpato

All’8° Gran Gala della Stampa del Festival della Canzone, del 5 febbraio (Roof Garden, Casino Municipale, ore 20 su invito) ci saranno anche molti turisti russi: di fatto, via mail, sono arrivate una trentina di prenotazioni per la serata del premio “Numeri Uno-Città di Sanremo” che, quest’anno, andrà all’italiano – naturalizzato ormai russo – Toto Cutugno che arriverà appositamente dall’Ucraina per ritirare il riconoscimento direttamente dalle mani del Sindaco della città dei fiori Alberto Biancheri. Il suo manager personale, Danilo Mancuso ci comunica infatti che l’artista arriverà direttamente da Kiev in quanto sta registrando una trasmissione televisiva che lo vedrà interprete di una serie di gradi interviste sull’argomento musica italiana, tra cui ovviamente anche il Festival di Sanremo.

L’artista (che ha casa anche a Rapallo) sarà dunque a Sanremo per lunedì 5 febbraio e, al Gran Galà, si incontrerà anche con l’Ambasciatore d’Italia del Principato di Monaco SE Cristiano Gallo, per programmare un suo concerto a Monte Carlo verso fine anno nell’occasione del mese della Cultura promosso dal Governo Italiano. L’organizzatore del Gala di Sanremo, il giornalista Ilio Masprone sta definendo l’ordine di arrivo di altri premiati tra cui la “manager” Nicoletta Mantovani, presidente della Fondazione Luciano Pavarotti.

La serata sarà presentata da Antonella Salvucci e dall’anchor-man Marino Bartoletti, tra gli ospiti, per ora, il ligure Franco Fasano i Jalisse. Tra i premiati Giampiero Artegiani, autore di Perdere l’Amore che, sul palco del Roof Garden, sarà interpretata da Pacha & Pote, assieme a tanti altri brani tratti dai vari Festival, due artisti di Ventimiglia. Durante la serata verranno anche consegnati altri riconoscimenti tra cui ”DietroLeQuinte” e “Mr Blogger” due importanti premi dedicati a personaggi che vivono di musica e di Festival: Laura Cervellione (Rainews24); Cristiano Minellono (autore), Davide Maggio (Blogger), Danilo Ciotti (Ufficio Stampa della Musica) e non ultimo l’imprenditore della canzone italiana Dino Vitola, per i suoi 50 anni di lungimirante carriera nonché scopritore di artisti come Eros Ramazzotti, Laura Pausini e molti altri; tutti i premi sono dell’artista Michele Affidato, orafo di Crotone. Come l’anno scorso la Giuria è presieduta da Marinella Venegoni de La Stampa di Torino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.