Festival: i giovani di Area Sanremo sempre Due: deluso chi sperava in soluzioni diverse. #SG

Il Festival di Castrocaro entra ancora in gioco, annullando così l’esclusiva del concorso sanremese che non è più il solo a mandare i Giovani all’Ariston.

Di Illy Masper

Nessuna novità per i Giovani indicati dalla Rai che saliranno sul palco del Teatro Ariston per il Festival del 2018; saranno sempre otto e ancora solo due quelli provenienti da Area Sanremo. Con profonda delusione dei dirigenti dell’Orchestra Sinfonica (che gestisce il concorso sanremese) che speravano di riportare il numero almeno a tre posti. Invece niente da fare, evidentemente non hanno più le credenziali giuste per opporsi alla volontà di mamma Rai che, sul Sanremo Festival, decide sempre quello che vuole e non di certo quello che hanno in mente nella città dei fiori.

Oltretutto il rinnovo della convenzione per il Festival, tra Rai e Comune, è ancora tutta in ballo e se ne riparlerà a settembre: spinosi i problemi da risolvere. Ancora tanti dubbi dunque, anche in merito allo stesso Festival 2018. Al momento, l’unica certezza è il regolamento delle Nuove Proposte, appunto, che è stato pubblicato sul sito ufficiale della kermesse di Rai Uno con i nuovi vertici arrivati freschi freschi a Viale Mazzini. 

Chi saranno allora gli otto Giovani che saliranno sul palco dell’Ariston il prossimo febbraio? Sul sito del Festival di Sanremo si riconfermano, come dicevamo, sempre i soliti numeri di otto; due provenienti da quell’Area Sanremo che tanto fa discutere perché la gestione, pare proprio, sia nelle mani sbagliate e lo resteranno, purtroppo per la città, anche per l’anno prossimo quando scadrà finalmente il contratto.

Poi ci saranno le elezioni amministrative in città. Tutti gli artisti che vorranno comunque partecipare (dai 16 ai 36 anni non compiuti) al concorso Rai, per quei sei posti a disposizione dovranno inviare, tramite le loro case discografiche, la domanda di partecipazione a partire dal prossimo 5 settembre, fino alle ore 18.00 con scadenza il 6 ottobre: i ritardatari verranno esclusi.

Durante una prima fase di ascolto dei brani una speciale Commissione Musicale (chi saranno?) selezionerà 60 giovani artisti a cui si aggiungerà anche il vincitore del Festival di Castrocaro (continua questa un’altra novità Rai che indica chiaramente che Area Sanremo non è più un concorso esclusivo), poi ci sarà un’ulteriore scrematura ed infine i finalisti si sfideranno in diretta su Rai 1 nel mese di dicembre, sempre che la tivvù non rinunci a questa trasmissione. Tutti i dettagli si possono trovare comunque su www.sanremo.rai.it

Ma il direttore artistico sarà ancora Carlo Conti, come ipotizzano ancora in tanti a Roma, oppure c’è già qualcun altro (come è molto più possibile) che si sta occupando delle questioni musicali, nonostante l’incombente ferragosto?

Lascia un commento