Via ai cast per Lamborghini. Moresco cerca il nuovo Tony Renis.

di Maria Bruno

ISCHIA. Quando il segno è forte rimane indelebile ed è sempre pronto ad essere ricalcato in grande stile. E’ il percorso di Robert Moresco, meglio conosciuto come Bobby: il produttore americano noto alle scene per aver ricevuto l’Oscar per la sceneggiatura di “Crash” per l’originalità indiscussa. Non è solo la sceneggiatura che l’ha eletto “talento”, infatti Moresco ha recitato in tre film e ha fatto anche apparizioni in spettacoli come The Equalizer, Miami Vice e Law & Order. Il regista, nonché attore e produttore americano, ha ricevuto nel 2012 il Pioneer in Screenwriting Award al Burbank International Film Festival. Dopo i successi elencati, ritorna sulle scene il pluripremiato Moresco, con una novità assoluta: il suo nuovo film si chiamerà “Lamborghini” e avrà come protagonisti Antonio Banderas con Alec Baldwin nel ruolo di Enzo Ferrari. Per l’occasione sono stati avviati dei casting di selezione: a luglio la troupe di Moresco farà tappa a Napoli presso il Global Film & Music Fest. Il film riproporrà alcune icone che hanno scritto la storia del cinema e della musica e tra queste ci sarà un profondo omaggio a Tony Renis (nella foto con Ilio Masprone e il collega Mauro Boccaccio), noto per il suo celebre brano “Quando, quando, quando”. Ma chi è Tony Renis? L’artista ha esordito a metà degli anni cinquanta, cambiando il suo nome originario, Elio Cesari, in quello artistico di Tony Renis. Subito si esibisce nei locali notturni di Milano e nei teatri di avanspettacolo del circondario milanese in coppia con Adriano Celentano, suo amico di infanzia, nell’imitazione rispettivamente di Dean Martin e Jerry Lewis. Sull’isola d’Elba che ha amato da subito, si è esibito in imitazioni degli idoli dell’epoca, come Elvis Presley e suonando abitualmente all’Hotel Del Golfo di Procchio. Nel 1958, ottenuto un contratto con la Combo Record, pubblica i suoi primi 45 giri, con cover di successi italiani e americani. Nel 1959, passato alla Voce del Padrone, esordisce come cantautore vincendo la Sei giorni della canzone, interpretando Tenerezza, brano che alcuni anni dopo verrà ripreso, con maggior successo commerciale, da Gianni Morandi. Il 1961 è uno degli anni più importanti, perché parteciperà per la prima volta al Festival di Sanremo: l’anno seguente, infatti, si ripresenterà si ripresenta con il singolo Quando Quando Quando, canzone nata dalla collaborazione con Alberto Testa, che non vince, ma arriva prima in classifica per dieci settimane in Italia e nona in Germania e fa il giro del mondo e viene reincisa in centinaia di versioni da interpreti di varie nazionalità. Ed è proprio questo suo grande successo che sarà ricordato nel film di Moresco, in corso d’opera: si cerca, infatti, una figura giovane che possa interpretarlo al meglio. Tra i tantissimi premi ricevuti nella sua carriera Tony Renis, tre anni fa, ha ricevuto anche il Premio Numeri Uno-Città di Sanremo, nel corso del Gran Gala della Stampa del Festival di Sanremo, organizzato dal nostro direttore Ilio Masprone, al Roof Garden del Casino di Sanremo. Intanto sono aperti i casting: Ischia sarà la sede fortuita per il prossimo Tony Renis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.