I premi di SanremocantaNapoli per chi vincerà questa 1a edizione: dai maestri Michele Affidato a Gino Borlandi

di Romano Lupi

SANREMO. Sempre più vicini alla prima serata del concorso nazionale SanremocantaNapoli che inizia martedì 11 di questo mese di settembre, con l’apertura del concerto degli ABBA Celebration, al Teatro del Casinò Municipale (ore 21). Seguiranno le tre serate del concorso (sempre al Teatro della casa da gioco), durante le quali si sfideranno 20 Giovani Talenti napoletani e non, con brani inediti, per aggiudicarsi tre primi premi a pari merito. I tre vincitori, la sera dopo, intanto proveranno il brivido di esibirsi nel famoso Teatro Ariston, sede istituzionale del più popolare Festival di Sanremo (sabato 15 settembre, ore 21 verranno presentati comunque tutti i 20 finalisti), mentre riceveranno ognuno, dalla mani delle autorità sanremesi, un particolare bassorilievo in argento raffigurante l’immagine del Casino, opere del maestro orafo Michele Affidato di Crotone realizzate interamente a mano e dipinti con smalti a fuoco e foglia d’oro.

Michele Affidato realizza inoltre tutti i riconoscimenti anche per del prestigioso Premio DietroLeQuinte e Numeri 1-Città di Sanremo, del Gran Galà della Stampa (organizzato da Ilio Masprone) del Festival della Canzone Italiana.

I concorrenti inoltre si porteranno a casa un altro bellissimo ricordo, un dipinto “musicale”: si tratta di tre opere realizzate dal maestro contemporaneo, il piemontese-ligure Gino Borlandi, un artista di livello internazionale (catalogato Bolaffi) che ha esposto le sue opere in Spagna, in America, in Svizzera e a Monte-Carlo, l’anno scorso, all’interno dell’Hotel de Paris; i titoli delle opere: Strumenti d'altri tempi (2006); Suoni Antichi (2005) e Omaggio Floreale (2006).

I tre vincitori saranno poi Ospiti d’Onore, a fine settembre, al Festival di Napoli-New Generation, che si terrà nel famoso Castel dell’Ovo, mentre si prepareranno per partecipare ad alcuni eventi collaterali al 69° Festival della Canzone di Claudio Baglioni, del prossimo febbraio 2019.

Questi, nella sostanza, saranno i riconoscimenti che i tre vincitori riceveranno a ricordo di un evento napoletano-sanremese che si ripeterà negli anni grazie alla collaborazione del Comune di Sanremo e del Casinò Municipale: i tre vincitori, di diritto, potranno partecipare alla prossima edizione senza la dovuta iscrizione, ma le sorprese potrebbero non finire qui perché si sta valutando una serie di iniziative che portino l’intera squadra dei nostri Nuovi Talenti in altre situazioni fuori Sanremo.

Ai 20 finalisti era stato comunicato che i tre primi premi sarebbero stati un Omaggio a personaggi della canzone napoletana di ieri e oggi: questo non è più possibile perché le rispettive Fondazioni non hanno ritenuto di concedere l’autorizzazione.

Nelle foto la visione del premio dell’orafo Michele Affidato e di un opera del maestro Gino Borlandi.