Il ritorno del Premio Tenco all’Ariston

Ariston-SanremoLe tre belle serate del Premio Tenco 2015 all’Ariston di Sanremo del mese scorso danno luogo a due considerazioni importanti: in primo che si è trattato di uno spettacolo molto vivace e interessante, grazie a protagonisti di ottimo livello. La seconda annotazione riguarda l’aria che si respirava, decisamente marchiata “rosso fuoco” da partecipanti nostalgici del “pugno chiuso”, lo stesso con il quale, nel clima studentesco sessantottino, contestarono e quasi affossarono il Festival sanremese tradizionale, portandolo a una lunga stagione di crisi. Al di là di questa esplicita nostalgia, come spettacolo dal vivo il Tenco ha dimostrato comunque la sua maturità, perché riesce sempre a coinvolgere artisti noti e meno noti, che sanno mettere in piedi spettacoli musicali all’insegna di una indubbia qualità: tutta orientata, ma comunque buona. In fondo, ciò che importa agli spettatori, molti dei quali seguono il Tenco anche durante tutto l’anno in giro per l’Italia, è ascoltare e sostenere i loro cantanti preferiti. Artisti come il Guru della canzone d’autore Francesco Guccini, a cui il blasonato Premio, giunto alla 39sima edizione, ha dedicato quest’anno la tre giorni. “Ho fatto presente agli organizzatori che sono ancora vivo, se sono morto non me ne sono accorto” ha detto lui dall’alto dei suoi 75 anni, ironizzando sul fatto che la rassegna, solitamente, omaggia i grandi della canzone d’autore già passati a miglior vita. In verità, quello del 2015 è stato un tributo doveroso al cantautore bolognese, da sempre legato al Club Tenco, che è nato anche grazie a lui. Il ritorno all’Ariston del Premio Tenco ha un significato ben preciso, quello di riuscire a convincere la TV, e in particolare la politicizzata di sinistra Rai Tre, che questo spettacolo potrebbe benissimo ritornare in video, sempre che gli artisti accettino le stesse condizioni: accontentarsi di un minimo rimborso spese. Ci vogliamo credere?

Marco Calvi

Festivalnews Redazione

Redazione di Festivalnews

Lascia un commento