Messaggio per Amadeus: Chronixx and Koffee Live O2 all’Arena di Birmingham. Luv One Luv all Promotions

Di Arianna Caracciolo

LONDRA. Se Amadeus vuole fare uno scoop artistico nel suo 70° Festival di Sanremo, si veda e ascolti il musicista giamaicano Chronixx, uno dei più richiesti artisti contemporanei reggae del momento, che ha riacceso il fuoco nel cuore di intere generazioni che lo seguono da tutto il mondo.

Si tratta della seconda volta che Chronixx e la sua Band si esibiscono nella città inglese di Birmigham, scatenando enorme successo tra la folla di fan: un mix di fratelli e sorelle di origini africane, giamaicane, europee e anglosassoni, uniti dalla passione per il Roots.

Chronixx – “Good vibration”

La sua missione è di preservare la cultura e la musica roots giamaicana, per rafforzare ed emancipare le generazioni di giovani. Lo show questa volta, è stato arricchito dalla partecipazione speciale della New Sensation Koffee. La giovane very special guest è una della più eccitanti artiste emerse dal 2017. Ora ha 19 anni, Mikayla Simpson è alta 152 cm ed è stata cresciuta dalla mamma sotto la dottrina cristiana, lei si definisce una Sing jay guitarist. E’ una cantante reggae, cantautrice, rapper, deejay e chitarrista giamaicana di Spanish Town (Giamaica), considerata un’icona progressista di grande impatto, dai messaggi lungimiranti, dai forti principi e l’attitudine a vedere lontano nel tempo, a livello globale.

Chronixx – “She loves me”

Una performance epica, spettacolare, ricca di good vibes, discorsi da brivido, effetti led e proiezioni in maxi schermo che hanno fatto ballare e cantare l’intera platea e spalti dello O2 Arena di Birmingham. Ad aprire il concerto Koffee, in tuta fucsia con cappuccio Nike, con la tazza di caffé take away ai piedi. Noi giornalisti abbiamo avuto il permesso (e l’onore) di rimanere sotto il palco e registrare, solo per le prime tre canzoni del concerto. Lei è saltata sul palco con la sua meravigliosa carica, spingendosi più volte vicino al pubblico. Non sono mancati messaggi profondi di apprezzamento della vita e di quanto sia importante dare ed essere grati per ciò che abbiamo.

I don’t care (Ed Sheeran & Justin Bieber)

Dopo aver detto: “E’ un’enorme piacere essere qui in Birmingham, per la prima volta” – ha aggiunto – “perché la musica non è solo fama di soldi, ma va usata in maniera positiva, accettando la tua responsabilità in un modo costruttivo, può solo fare del bene a te e a chi ti circonda. Voglio essere un movimento positivo e al tempo stesso, creare un movimento positivo”.

Il suo primo singolo “Burning”è stato reso popolare dai leggendari Busy Signal e Luciano. Il primo album “Rapture” ha scalato il 1° posto al Billboard’s Reggae Album Chart in Giamaica. Il progetto “Rapture” include 5 tracce, 3 delle quali realizzate in precedenza: “Toast”, “Throne” e “Reggaemuffin”. “Toast” rappresenta un grande successo ancora in testa alle classifiche e segna il momento in cui la sua vita è cambiata, alle superiori, ed ha iniziato a scrivere canzoni. Questo pezzo l’ha scritto dopo una visita ad Haiti, nel 2018, in quanto la catastrofe del terremoto di Haiti del 2010, di magnitude 7, ha avuto un impatto shock nella sua vita da adolescente.

Grazie al suo debutto, Koffee ha conquistato il posto in classifica in iTune Reggae Chart, il posto che la leggenda reggae di Bob Marley avrebbe mantenuto per lungo tempo. Non vediamo l’ora di vedere Chronixx & Koffee in concerto a San Siro Milano, ricordando la divinità Bob, che nel 1980 suonò il suo ultimo concerto di Milano, un evento che ha cambiato la storia antropologica della città, dove niente di paragonabile era mai successo in Italia.

Nella fredda Birmingham, altissime vibrazioni reggae, amplificate alla potenza, nel momento in cui si sono esibiti in duetto, nella cover “I don’t care” di Ed Sheeran & Justin Bieber. Dopo l’abbraccio di fine canzone, Chronixx ha ribadito di essere estremamente orgoglioso della sua stella cometa, Koffee che, oltre ad averla prodotta e lanciata, proviene dal suo stesso villaggio in Giamaica, appunto Spanish Town, dove sono nati altri artisti giamaicani di successo. Le rispettive case si trovano a pochi passi di distanza e Koffee ha frequentato la scuola di Chronixx, non sono infatti mancati i ringraziamenti alla mamma di Koffee. Gratitude is a MUST. Luv One, Luv All Promotions. Capito Amadeus di cosa stiamo parlando?