2019, Ultimo atto per il concorso Area Sanremo? E da Natale, una novità per mettere ordine negli Eventi e nelle Manifestazioni.

Di Illy Masper

SANREMO. In questi si parla di Giovani artisti e si fanno le prove per capire quanti di questi ragazzi saliranno sul palco dell’Ariston a febbraio. I numeri declamati a Roma parlano di oltre 800, quelli sbandierati a Sanremo di circa 600: fatto sta che i numeri reali li conoscono soltanto Rai e Sindaco di Sanremo.

Di questi comunque solo otto parteciperanno alla trasmissione “Sanremo Giovani” del 19 dicembre su Rai 1 da Sanremo e, forse, due di questi andranno all’Ariston. La Rai non ha mai fatto pagare nessuna iscrizione; Sanremo, che ha speculato sopra il concorso per anni, adesso, dopo tempestose, quanto velenose critiche, si è finalmente ricreduta e quest’anno nessuno ha pagato un euro per iscriversi.

Basta questo per giustificare il fatto che, comunque, si tratti di  due operazioni quanto meno concorrenziali? Ci può stare un Concorso, una Gara tra ragazzi, ma che per lo stesso scopo se ne debbano realizzare due concomitanti, tra l’altro, ci sembra davvero paradossale. Non sarebbe più intelligente (termine molto impegnativo) che Sanremo e la Rai si mettessero d’accordo per portare avanti un solo Concorso? Magari a nome di tutti e due? Ma quando mai questi due Enti si sono trovati d’accordo sul da farsi? Ed è sempre la Rai che vince le piccole battaglie a tavolino e Sanremo accetta, non discute, e va a Roma solo per cercare di ottenere l’anticipo sui soldi che le spettano per quei famosi Diritti acquisiti sul nome.

Intanto nella città di fiori sono iniziate altre battaglie per prendere possesso del Concorso Area Sanremo, dopo che a febbraio 2020 se ne andranno a casa, finalmente, alcuni “personaggi” che lo hanno gestito negli ultimi tre anni, creando non pochi problemi ma anche occasioni tutte personali! Non ha mai avuto vita facile il Concorso sanremese, anche perché è stato sempre affidato a persone provenienti da fuori Sanremo, che giungevano nella cittadina solo per prendere e non certo per dare; un Concorso che dovrebbe cambiare rotta ed essere gestito da competenti, certo Privati e non Pubblici.

Il Pubblico faccia il suo mestiere e lasci al Privato il resto; il Pubblico semmai deve avere almeno l’accortezza di saper scegliere il Privato giusto, credibile, con tanto di credenziali e che garantisca dei risultati a questa città: questo è il compito del Pubblico, purché ne abbia le capacità. A proposito di aggiudicarsi quello dovrebbe essere il “nuovo” e sempre più ambito concorso Area Sanremo, o come si chiamerà: la corsa è già iniziata e i volponi si fanno vedere in città; si portano avanti con le Pubbliche Relazioni, fanno promesse accattivanti (e false); si affidano a questo o a quel politico più “sensibile” pur di ottenere un risultato.

Ma nel frattempo qualcosa si muove anche a Sanremo e presto la città vivrà una piccola, ma interessante novità: un’organizzazione vera, professionale, infatti si sta costituendo legalmente e sarà pronta per mettere un po’ d’ordine tra i tanti misteri che si annidano dietro gli Eventi e le Manifestazioni pubbliche e private. Sarà la sorpresa di questo prossimo Natale?