Festival di Sanremo 2010 in Rai è il caos: il caldo fa male per le decisioni importanti.

Spuntano i nomi di Cristiano Malgioglio, Renato Zero e Alfonso Signorini??

ROMA. Troppo caldo e in Viale Mazzini 14 a Roma sede della Rai si soffre terribilmente, un’occasione in più per scendere tutti da Vanni per un caffè…freddo. Ma non basta perché a Fabrizio Salini (DG) questa calura di fine giugno è davvero eccessiva e non fa riflettere in maniera del tutto obiettiva. Per cui decidere adesso per il Festival di Sanremo 2020 è praticamente impossibile. Intanto perché non ci sono ancora le date ufficiali di febbraio e poi perché il buon e paziente Amadeus si sta veramente spazientendo sul dubbio che debba essere lui o no a condurre questo benedetto Sanremo numero 70. Se ne parla da sette mesi, ma nessuno se la sente di dare anticipazioni, tanto meno Salini preso da altre grane ben più “calde” dell’afa romana e del Festival dell’Ariston. Con Amadeus nel frattempo si schierano Fiorello, Carlo Conti (in qualche modo interessato), Pippo Baudo (tra i candidati, con Maurizio Costanzo), il Ministro Matteo Salvini, la sua ex Elisa Isoardi (anche lei nella partita?) Massimo Giletti (al Dopofestival?) e questo bravo Alessandro Cattelan,  che con il Festival c’entrerebbe ben poco. Insomma l’indecisione regna sovrana, però una triade interessante spunta all’orizzonte dalla spiaggia del bellissimo Circeo: Renato Zero (nella foto) con Cristiano Malgioglio e Alfonso Signorini: ma che splendida idea, se solo si sapesse realmente chi l’ha avuta, meriterebbe un premio per la lungimiranza di una classe sociale e speciale che avanza in questa tristezza assoluta. Sarebbe un Festival di straordinaria bellezza e piena di spunti, e di gossip, che farebbe parlare il mondo intero, finalmente. Pensando ad un Sanremo con tre eccelse divinità come queste, l’evento assumerebbe un seguito unico pensando a tutto l’universo gay che incrementa giorno per giorno sempre più i suoi adepti, belle Signore e Signorine comprese. Un Festival di Sanremo numero 70 con un terzetto simile non ce ne sarebbe per nessuno altro, nemmeno per le bellezze tradizionali o le vallette sexy.

Il caldo fa male?

Illy Masper