SanremoJunior 2020: le selezioni nazionali anche nell’amica e ricca Germania

A Ludwigsburg, a Nord della città di Stoccarda, la settimana scorsa è stato siglato un accordo di cinque anni tra l’Organizzazione dell’evento “SanremoJunior” e l’Associazione
tedesca “Amo l‘Italia, per la selezione nazionale del concorso canoro per giovanissimi tra i 6 e i 15 anni, riservata a partecipanti di nazionalità, o di cittadinanza tedesca. La potente Germania si va quindi ad aggiungere alla rete di importanti nazioni dove vengono selezionati anno per anno tutti partecipanti per il concorso SanremoJunior che poi, a loro volta, decreteranno il prescelto che li rappresenterà sul palco del Teatro Ariston della città di Sanremo alla finale mondiale. L’ultima edizione dello scorso primo maggio ha registrato, in assoluto, il record di partecipazione con ben 22 nazioni provenienti da tutti i 5 continenti. L’accordo in Germania è stato firmato, dopo una lunga trattativa, dal Fondatore nonché Presidente di SanremoJuniorCavalier Paolo Alberti e dal Presidente di “Amo l’Italia” Pasquale Immobile: alla firma erano anche presenti il direttore artisticodella manifestazione sanremese Franco Potenza e il responsabile delle Relazioni Esterne Stefano Caporale. “Quest’accordo ci rende particolarmente fieri – ha dichiarato Paolo Alberti – perché da sempre la città di Sanremo ha avuto con la Germania un rapporto molto privilegiato per la nostra esportazione dei fiori in questo Paese e per l’incoming di turisti tedeschi nella nostra città. Aver definito l’accordo con un’Associazione di livelloAmo l’Italia, che porterà ancor più il nome di Sanremo nelle scuole di musica e di canto in tutta la Germania, rafforzando ancor più il legame culturale tra i due Paesi, è certamente motivo di grande soddisfazioneanche mia personale. La partecipazione all’edizione 2020 della Finale Mondiale di SanremoJunior di un rappresentante della Germania, rafforzerà dunque, ancor più, questo solido legamedestinato a durare nel tempo”. (Nella foto Paolo Alberti con Pasquale Immobile, Presidente dell’Associazione “Amo l’Italia” e il resto del consiglio dell’Associazione tedesca).

Riky Persico