Maurizio Costanzo: “Vedo bene Mina e Amadeus a Sanremo per il 2020”

 

Intanto spunta anche il nome di Massimo Giletti, ma in che veste?

ROMA. A Maurizio Costanzo piace l’idea di vedere Mina e Amadeus al Festival di Sanremo 2020. La prima nel ruolo inedito di direttore artistico, il secondo in quello di conduttore. Dopo il rifiuto (ma nessuno glielo aveva chiesto) di Claudio Baglioni, che ha condotto le ultime due edizioni della kermesse musicale più importante d’Italia, la Rai è alla ricerca dell’erede giusto. Che, quasi sicuramente, non sarà Carlo Conti, che ha già diretto le edizioni 2015-2016-2017 dell’evento. Così nell’ultima settimana si è parlato della possibilità di vedere la cantante Mina che vive a Lugano dietro le quinte dell’Ariston mentre Amadeus, dopo tanti anni di onorato servizio in Rai, potrebbe finalmente presentare Sanremo. Queste le parole di Maurizio Costanzo su Mina e Amadeus: “Se mi piacerebbe Mina come direttrice artistica di Sanremo? Assolutamente sì. Mi piacerebbe qualunque cosa purché esca da Lugano. La trovo molto intelligente, una grande artista, a Sanremo potrebbe fare bene. Sarebbe una iniezione di intelligenza”, ha detto Maurizio Costanzo a Un giorno da pecora, il programma di Rai Radio 1 condotto da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro. “Amadeus. Sarebbe giusto, se lo meriterebbe”, ha aggiunto il giornalista e conduttore. Che non è minimamente interessato a lavorare al Festival di Sanremo, al contrario di molti colleghi. Costanzo si è recato solo una volta in Liguria, per curare le conferenze stampa e non è stata un’esperienza entusiasmante. “Io andai solo una volta a Sanremo, per curare le conferenze stampa: è l’esperienza più stancante del mondo. Non vedevo l’ora di ripartire. E mia moglie, quando andò a co-condurre con Conti, lo stesso”, ha ammesso Costanzo, che tornerà in autunno con la nuova edizione del Maurizio Costanzo Show, fortunato talk show di Canale 5. Intanto le voci corrono e altri nomi di conduttori, o giù di lì, avanzano: in ordine di uscita sui settimanali adesso spunta Massimo Giletti (nella foto) che sta ritornando in Rai con la sua “Non è l’Arena” che, ovviamente tornerebbe a chiamarsi come prima. Giletti ha salutato quindi il suo pubblico nel finale dell’ultima puntata di Non è l’Arena, su La7, con un messaggio misterioso riguardo il suo futuro in televisione dopo le voci che lo danno in arrivo in Rai: “La nostra Arena qui l’ho chiamata Non è l’arena. Ringrazio gli ospiti in studio”, dice il conduttore, “non so dove ci vedremo la prossima stagione televisiva, so soltanto che qui a La7 ho vissuto molto, molto bene: ad majora”. Parole che lasciano aperte più di uno spiraglio al chiacchierato passaggio di Giletti in Rai, magari in pompa magna con la prima serata della domenica sera sul primo canale, lasciata libera da Fabio Fazio e Che tempo che fa. Ma in Viale Mazzini stanno anche valutando la possibilità di portarlo addirittura al prossimo Festival di Sanremo: ma in che veste?

Giulia Chiuso