I voti della Sala Stampa, quasi 1400 giornalisti accreditati, conta molto più che il 30%. I preferiti.

Grande tour de force nelle due sale stampa del Festival, dove quasi 1400 accreditati tra il Roof e il Palafiori scrivono tutti i giorni fior di articoli a suon di musica. I giornalisti colleghi sono chiamati anche al voto, in rappresentanza della categoria di esperti critici musicali. Ricordiamo che il loro voto, quello della Sala Stampa, è conteggiato nella media sul totale dei voti, in misura del 30%. Un altro 30% si somma dai voti della giuria demoscopica e il 40% dei voti che hanno peso sulla classifica finale arrivano dal televoto. I nomi che vi diamo quindi non indicano ipotetici vincitori, ma indicano i gusti della critica.

Nelle due serate, quella di mercoledì e quella di ieri sera, attraverso il sistema di voto elettronico gestito in sala, sono emersi i nomi dei più votati della Sala Stampa, suddivisi per zone di colore giallo, rosso e blu.

Per la prima serata i 12 brani più votati sono stati quelli degli artisti Arisa, Loredana Bertè, Daniele Silvestri e Achille Lauro.

A seguire, Ex-Otago, Ghemon, Il Volo e Paola Turci.

I meno votati Federica Carta con Shade, i Negrita, Einar e Nek.

Nella seconda serata, gli altri 12 brani più votati sono stati quelli di Cristicchi, Mahmood, Irama, Ultimo. Seguono poi Nigiotti, Motta, The Zen Circus e Renga. Tra i meno votati, Tatangelo, Nino D’Angelo-Cori, Boomdabash, Patty Pravo e Briga.

Ecco il nostro video dalla sala stampa, durante il voto della prima serata, che si è svolto a fine passerella dei primi dodici dei 24 artisti. Il video è sulla nostra pagina Facebook.