IL “SI” di Andrea Bocelli che torna al Festival di Sanremo, dopo sei anni, con il figlio Matteo

di Romano Lupi

L’indiscrezione era cominciata a trapelare verso la fine del 2018, quando iniziava ad impazzare il “toto-ospiti” per il 69° Festival. La conferma ufficiale è arrivata durante la conferenza stampa di presentazione che si è tenuta mercoledì 9 gennaio, al Teatro del Casinò di Sanremo: Andrea Bocelli sarà uno degli ospiti che prenderanno parte alla sessantanovesima edizione del Sanremo Festival di Claudio Baglioni. La novità è che il tenore italiano più famoso al mondo duetterà con il secondogenito Matteo. Padre e figlio, infatti, lo scorso 22 settembre, hanno pubblicato in rete il loro primo duetto sulle note di “Fall On Me”. I Bocelli, sul palco del Teatro Ariston, celebreranno sicuramente il recente successo mondiale di Sì”, l’ultimo album pop del tenore, uscito lo scorso 26 ottobre, che ha raggiunto la vetta della classifica tanto nel Regno Unito quanto negli Stati Uniti (primo italiano in assoluto a riuscire in questa impresa). Possibile che, al Festival, il duetto si trasformi in un trio, con Baglioni pronto ad aggiungersi alla coppia. Per quanto riguarda il “corsi e ricorsi festivalieri”, la carriera di Andrea Bocelli è iniziata proprio al Festival di Sanremo. Sono passati 25 anni da quel 1994 quando debuttò nella più importante kermesse canora d’Italia, nella sezione “Nuove Proposte”, vincendola con “Il mare calmo della sera”. Sempre a Sanremo, la consacrazione è arrivata l’anno successivo con il brano che gli ha regalato il successo internazionale: “Con te partirò (all’estero, nota soprattutto nella versione con Sarah Brightman intitolata “Time to say goodbye”). Presentata nella categoria Big: “Con te partirò” si piazzò al quarto posto dietro a Giorgia (prima con “Come saprei”), la coppia Gianni Morandi e Barbara Cola (secondi con “In amore”) e Spagna (terza con “Gente come noi”). Il 1996 fu l’anno di pubblicazione di “Romanza” che, con le sue 20 milioni di copie, è l’album di un artista italiano più venduto al mondo di tutti i tempi. Bocelli, di cui il nome, nel 2010, è stato anche inserito nella Hollywood Walk of Fame, è riuscito ad entrare nella prestigiosa classifica statunitense Billboard, con ben otto album in totale. Nella sua carriera, Bocelli ha pubblicato sei album pop, sei di musica classica e quattro di cover, vendendo nel mondo un totale oltre 90 milioni di copie. L’ultima volta in cui Bocelli è stato ospite al Festival era il 2013, nell’occasione della serata finale, aveva cantato “La voce del silenzio”, “Quizás, Quizás, Quizás” e “Love Me Tender”. Nell’esecuzione di quest’ultimo brano è stato accompagnato al pianoforte dal primogenito Amos. A sei anni di distanza torna dunque sul palco dell’Ariston con Matteo. Ma di Bocelli vale ricordare che il suo primo concerto all’estero avvenne nel 1995 allo Sporting di Monte-Carlo, con la direzione artistica del nostro direttore Ilio Masprone: con Bocelli c’era anche una meravigliosa Gerardina Trovato e al pianoforte c’era il maestro Carlo Bernini.