Pippo Baudo, Fabio Rovazzi e Claudio Baglioni (meno): un trittico da ricordare per il 70° Festival del 2020?

di Illy Masper

SANREMO. A sostituire la coppia-spalla di Claudio Baglioni dell’anno scorso, Pier Giorgio Favino e Michelle Hunziker, è molto probabile che a sostituirla sia un’altra bella coppia ben nota al pubblico di Mediaset. Si tratterebbe degli attori Claudio Bisio e Vanessa Incontrada (nella foto), dati per certi dall’equipe romana del D.A. che, in passato, ha lavorato molto assieme nella popolare trasmissione di Zelig. E così il cast dei presentatori sarebbe definito, ma resta ancora in sospeso la presenza della bravissima Virginia Raffaele che non sarebbe da poco perché sul palco dell’Ariston ha avuto un grandissimo successo personale con le sue azzeccate imitazioni. Il Festival numero 69 è dunque alle porte, ma prima, il 20 e il 21 dicembre, Pippo Baudo e Fabio Rovazzi condurranno per Rai Uno quel Sanremo Giovani tanto discusso in queste settimane perché il titolo non sarebbe più di proprietà della Rai, in ogni caso resta comunque una trasmissione d’interesse per quei giovani che non sono sempre tenuti in grande considerazione. Nell’occasione Baglioni scoprirà anche i nomi degli ospiti che interverranno al Festival di febbraio, mentre traccerà un identikit definitivo della sua seconda ed ultima trasmissione musicale sanremese: poi tornerà al suo fortunato Tour. Sarà anche questo Festival all’insegna delle canzoni di Baglioni? Lo sapremo presto, tuttavia in Viale Mazzini a Roma e in Comune a Sanremo già si parla del 70° Festival perché un compleanno così importante dovrà essere celebrato con il massimo sforzo di entrambi. La città dei fiori, però, andrà al voto il prossimo maggio, in concomitanza con le europee, quindi azzardare oggi una collaborazione tra Rai Uno e l’attuale Sindaco ci sembra un po’ eccessivo e quanto mai prematuro. La situazione politica sanremese oltretutto è in affanno, tanto quanto lo è la Rai perché entrambe attendono di sapere quale sarà il futuro di alcuni dirigenti dell’emittente di Stato e quello dell’attuale Sindaco Alberto Biancheri con la sua Lista Civica. Restando al Festival attuale, sembra anche che mamma Rai si stia dando un gran da fare per concentrarsi sulle manifestazioni collaterali, all’evento dell’Ariston, affidate all’Ufficio Pubblicità Rai di Milano. Operazione che toglierebbe d’impaccio il Comune che non ha mai dimostrato molta attenzione alle manifestazioni che ruotano attorno al Festival, perché è più concentrato sugli aspetti televisivi di quella speciale settimana. La Rai dal canto suo vorrebbe entrare un po’ di più nel merito specifico di questi piccoli eventi utili anche per accontentare gli sponsor che saranno tutti presenti per l’occasione festivaliera e sarebbero ancor più contenti se fossero coinvolti in qualche modo personalmente. Sarà dunque un grande Festival? Si certo, non sarà assolutamente politico, grazie alle imminenti elezioni di maggio per cui nessun politico potrà apparire in TV, tuttavia siamo certi che il Ministro degli Interni Matteo Salvini un’improvvisata la farà comunque perché a lui piace molto la città di Sanremo, gli piace il Festival e magari punta anche ad avere un suo forte candidato Sindaco per quest’Amministrazione ligure. Sarebbe una grande soddisfazione, per lui ovviamente.