I tre vincitori ex aequo di SanremocantaNapoli: Suonno d’Ajere, Pacha e la Kirchmajer

Ieri sera si è svolta la finalissima del concorso per giovani SanremocantaNapoli, dedicato tutto alla canzone napoletana. Il livello presente alla prima edizione è stato alto, e difficile per la giuria scegliere chi far vincere. Sul palco la premiazione dei candidati è stata lunga e attenta. Sono stati tutti premiati con una pergamena firmata dal Sindaco di Sanremo, Alberto Biancheri, direttamente sul pianoforte di scena poco prima dell’inizio della serata. Che ricordiamolo, si è svolta presso il Teatro del Casinò di Sanremo per tre serate intense da lasciare senza fiato. Dopo aver celebrato tutto, c’è stata ancora una suspence in attesa dei voti finali. Sono arrivati nel silenzio della sala.

Ecco i tre vincitori ex aequo che questa sera si esibiranno insieme ai grandi nomi del Gran Gala della Canzone Napoletana, al Teatro Ariston, per cantare il loro brano (gli altri concorrenti saliranno ugualmente sul palco per cantare tutti insieme la sigla di apertura)

 

FRANCESCA FERRARA. L’affascinante artista nasce nella città di Palermo 32 anni fa, dove inizia la carriera di cantante solista. Adotta subito un nome d’arte Pacha il cui significato è racchiuso nelle pieghe del suo diario quotidiano, che trascrive con grande passione prima di addormentarsi. Sin da quando aveva 13 anni la piccola Pacha studia e canta frequentando diversi corsi di musica, e apprende così la tecnica vocale e musicale. Crescendo si perfeziona ed è pronta per esibirsi con diversi gruppi locali come cantante in forza di una voce davvero personalizzata, piena di grande intensità emotiva. Pacha solo adesso svela che il nome d’arte deriva dalle sue origini spagnole da parte di mamma. Nel 2000 si trasferisce in Liguria al confine con la Francia, con Vincenzo Potestio formando un duo col bravo sassofonista. Insieme imperversano nella vicina Costa Azzurra e Principato di Monaco, dove si esibiscono in locali di grande prestigio internazionale. La bellissima cantante negli anni ha partecipato a vari concorsi Canori internazionali parla perfettamente tre lingue e questa sua prima esperienza sanremese è assolutamente inedita. Per affrontarla lei si affida al maestro napoletano doc, Piero Del Prete, che le confeziona un brano bellissimo scritto apposta per lei. Per il SanremoCantaNapoli 2018 si è esibita al Teatro del Casinò di Sanremo accompagnata dal suo sax personale Vincenzo Potestio. Mentre per il brano inedito Abbracciami è stata accompagnata dal chitarrista Piero Del Prete, autore e arrangiatore del brano.

SUONNO D’AJERE. La classe. Il progetto del gruppo musicale conosciutosi a casa di amici nasce solamente nel 2016 dall’esigenza di conoscere e approfondire tutto ciò che la città di Napoli esprime e produce della sua storia musicale vocale e culturale. Pur avendo esperienze musicali diverse che sono passate dal Jazz alla musica leggera dalla musica popolare a quella più classica, i tre artisti dai percorsi diversi si sono sempre confrontati con la canzone napoletana, rimanendone profondamente affascinati per tradizione ma anche per i contenuti di molti brani storici e attuali. Nel 2016 fondano appunto questo trio con l’obiettivo di esplorare tutto quel repertorio della canzone partenopea che parte addirittura dal 500-600 e arriva fino ai nostri giorni proponendolo in arrangiamenti che mescolano semplicità e grande rigore stilistico fino alla contaminazione legata ai propri background artistici. Il trio parte dalle rassegne concertistiche della città Vesuviana e in poco tempo inizia l’esperienza artistica di più ampio spicco. Nel settembre 2017 si esibiscono alla 74esima edizione niente meno che alla Biennale di Venezia. La loro registrazione del brano Palummella viene scelta infatti quale colonna sonora del teaser del documentario La Chimera – Appunti per un film sulle Vele di Scampia – presentato al festival veneziano. Nel novembre dello stesso anno si esibiscono al teatro Dal Verme in pieno centro di Milano. Il loro obiettivo è essenzialmente quello di restituire spessore e dignità alla tradizione canora partenopea slegandola dalla semplice immagine di vetrina, per offrirla al pubblico in una forma molto più approfondita. Il trio è composto dei Gian Marco Libeccio alla chitarra, Irene Scarpato splendida voce e bellissima presenza scenica e Marcello Gentile Smagliante al mandolino. Tutti napoletani assolutamente doc. Alla nostra redazione hanno svelato durante la finale di ieri sera che hanno in cantiere un intero album di canzoni napoletane, dove inseriranno anche la loro splendida canzone inedita presentata a SanremoCantaNapoli

VERONICA KIRCHMAJER Impegnata con il suo Nikka’s Acoustic Trio Roma. Veronica Kirchmajer è una cantante romana che si è avvicinata alla musica alla dolcissima età di 11 anni intraprende lo studio del pianoforte. A 16 anni inizia il suo percorso come cantante presentandosi con alcune tribute band, dei Guns n’ Roses, Nirvana e Red Hot Chili Peppers. Nel 2014 grazie ad una serata di karaoke portafortuna conosce alcuni impresari e organizzatori di eventi della sua città e sarà da quel momento che la musica diventerà parte integrante della sua giovane vita, acquisendo una grande opportunità: quella di esibirsi in prestigiose serate di tutta la Roma capitale. Da quelle esperienze cresce in Veronica la volontà di approfondire i suoi studi di canto con i grandi maestri come Nora Orlandi, Sara Sileo, Maria Grazia Fontana e Adelmo Musso. E sarà proprio questo il passo decisivo per iniziare un percorso artistico, grazie al quale riesce a perfezionare la sua particolare tecniche d’espressione. Il Blues e Soul diventano parte di me, continua a dire. Artisti come Etta James, Otis Redding, Steve Wonder, Bonnie Wright, Amy Winehouse sono i suoi più grandi punti di riferimento artistici e musicali. Attualmente l’artista è impegnata con il suo trio Nikka’s Acoustic Trio e contemporaneamente sta lavorando per la pubblicazione del suo primo singolo che vede la collaborazione dello scrittore critico musicale giornalista della RAI Dario Salvatori e il maestro Gerardo Di Lella con il regista Antonio Centomani. Un progetto che forse più di tutti farà parlare la sua anima Blues full. Approdata al SanremoCantaNapoli nella città dei Fiori, durante la tre giorni si è distinta con un brano inedito tutto napoletano.