Una Mina interstellare per il Festival di Sanremo 2018.

di Marco Volpato

Anche quest’anno Mina sarà la regina del Festival. Perché, vi starete chiedendo, vista la sua ormai inossidabile assenza dalle scene. Ebbene, per il secondo anno consecutivo ci accompagnerà per tutte le serate con delle mini serie in cui ci delizierà con la sua voce. Una sorta di storyteller raccontata nello spazio unita a dialoghi con l’astronave “Opera” assieme alla voce di Mauro Coruzzi / Platinette (che invidiamo tremendamente). Piccole puntate che continueranno fino al giorno della finale di questo Festival 2018, in cui la si vedrà proiettata in 3D grazie a innovative tecnologie sul campo della robotica. 

Sarà infatti una Mina spaziale, intertellare, che alla veneranda età di quasi 78 anni eserciterà la sua preziosa ugola sulle note di “Another Day Of Sun”, canzone tratta dal film di successo “La La Land”. Ad accompagnarla saranno 1372 ballerini robotici e, immancabilmente, JSM (Just Some Motion), il famoso ballerino. Una voce quella di Mina che non conosce limiti, che canta un vocabolario di parole e lo esprime in tutte le sue sfumature. Senza pensare troppo al genere musicale o alla difficoltà del brano. Sempre con tanta voglia di essere il futuro, di rappresentarlo prima di tutti quanti. A Sanremo si sente fortissima la sua presenza: non appena la si nomina ecco che subito nasce un sentimento di speranza di poterla in qualche modo rivedere.

Forse perché il suo vedo non vedo suscita in tutti noi una certa voglia di poterla sentire anche con gli occhi, ma non ci rendiamo conto di quanto sia invece prezioso poterla ascoltare. Quando canta lei, si prova un sentimento molto forte, quasi ci si sente angosciati perché non si capisce da dove possa provenire tutto questo sentire. Sconvolge dentro e non sai come uscirne. Ti scorrono i brividi lungo la schiena, li riesci a sentire uno ad uno, ed ognuno ha una storia da raccontare. Almeno lei, possiamo permetterci di vantarla in tutto il mondo. Vedremo questa sera, al gran finale, come ci sorprenderà.

Lascia un commento