E’ il festival di Baglioni and Friends.

Continua a prendere corpo la lista degli ospiti di Sanremo: all’Ariston ci saranno anche Nek, Max Pezzali e Francesco Renga. Il trio, che da poco ha iniziato il tour nei palazzetti d’Italia, ha dunque ufficializzato la sua presenza al Festival.

 

La musica italiana accoglie l’invito di Baglioni e omaggia il Festival e continuano ad aggiungersi nomi alla lunga mappa di ospiti e per renderlo ufficiale il direttore artistico del Festival ha postato una foto con ognuno di loro durante le prove sul suo profilo Instagram. Da Laura Pausini, Biagio Antonacci, Negramaro, Gianna Nannini, Gianni Morandi, a cui si sono aggiunti Giorgia, il Volo, Fiorella Mannoia e ad oggi Piero Pelù. Tutti artisti “comodi” in questo periodo per solcare il palco più importante d’Italia e promuovere il prossimo tour o la prossima uscita discografica di ognuno di questi artisti, superospiti. Per ora l’unica che ha dato disdetta è stata la Laura nazionale, che per colpa di una presunta laringite ha dato forfait, lasciando libero spazio al “salvatore” della prima serata Fiorello. Ha detto di no a molti prima di quest’anno, ma a Baglioni, Fiorello ha voluto garantire la sua partecipazione; l’amico di sempre, del resto, ha saputo valorizzare la presenza del comico alla prima serata del 68esimo Festival nel migliore dei modi e il pubblico lo ha promosso a pieni voti. Lo showman siciliano, non solo ha aperto la kermesse con un monologo in cui ha preso in giro la politica, la manifestazione, ma soprattutto lo stesso Baglioni. Nella prima serata la sua esibizione canora con Baglioni sulle note di E tu dell’artista romano, sostituendo la malata Pausini che ascoltava in collegamento telefonico, ha regalato una standing ovation di tutto rispetto. Nel frattempo il Claudio nazional-popolare continua a spendersi molto negli interventi canori, e da un Festival dove tutti cantavano Sanremo, questo sembra proprio il Festival dove tutti cantano Baglioni e lui incrementa l’entrata Siae. Grandi duetti con i super-ospiti, una specie di super accordo in cui il buon direttore artistico è sia conduttore, interprete e autore e manager di se stesso. E con i big non in gara ha scelto di rileggere un brano del suo repertorio. Il Festival 2018 sembra dunque trasformarsi di giorno in giorno in una specie di enorme matrioska nella quale non si riesce mai ad arrivare alla fine. La mattina pensi che la lista degli ospiti sia completa, il pomeriggio se ne sussurra uno nuovo e poi la sera magari cambia ancora. Ma la notizia è che il protagonista musicale assoluto di questa edizione è … Baglioni e sempre Baglioni. Ogni sera si sta ritagliando almeno una quindicina di minuti per sé e per le sue canzoni e la Siae gode e sponsorizza Piazza Colombo. Le continue star si stanno cimentando in duetti con il maestro in varie canzoni del suo sterminato canzoniere, da «Poster» a «Strada facendo».  La questione dagli inizi è sempre stata discussa, fin dal giorno in cui venne ufficializzata la nomina a direttore artistico. Avrebbe condotto? o cantato? Baglioni sembra aver lasciato i compiti di conduzione a Michelle Hunziker e al plurilingue Pierfrancesco Favino ed è soprattutto cantante come d’altra parte è da cinquant’anni. La sua storia musicale è davvero piena di meravigliose canzoni come, una per tutti, Poster, come abbiamo visto ri-arrangiata dai Negramaro o da Strada Facendo che non sarà esattamente un duetto, in quanto verrà svolta dal trio Nek, Pezzali, Renga. Perfino con gli ospiti non musicali, come Franca Leosini, nota per la sua carriera televisiva nel suo Storie maledette, si è esibito con la sua famosissima “Questo piccolo grande amore”; anche Gabriele Muccino con il cast del suo ultimo film “A casa tutti bene”, la cui presenza ha dato grande promozione e visibilità al film che vede la partecipazione del co- conduttore Favino si è lanciato in una nuova versione di Bella Senz’anima di Riccardo Cocciante.

Lascia un commento