Festival: prima vittoria a favore di Ferdinando Salzano Boss & Patron di Claudio Baglioni!

Di Illy Masper

Sollecitate anche dal nostro giornale sono finalmente arrivate alcune novità su Sanremo. La prima è che l’amministratore delegato della F&Partners, il potente Ferdinando Salzano, ha messo a frutto un altro colpo milionario: il “suo Claudio Baglioni prima direttore Artistico del 68° Festival, adesso è anche il conduttore. Il che vuol dire che tra i due “stipendi” (si fa per dire) si oltrepasserà di sicuro un ingaggio di almeno un Milione di Euro. Presto le cifre si conosceranno meglio (trasparenza?), ma siamo certi che non si distaccheranno di molto dalla cifra indicata. Pensiamo per un momento a quelli che sbarcano a Lampedusa e così ci accorgiamo che siamo davvero un popolo quanto meno… bizzarro? 

Comunque, conoscendo la fama, molto discussa, del Signor Salzano, dubitiamo che possa essere anche così “tenero” da consegnare (come fece Conti per salvare la faccia) anche solo una minima parte del favoloso bottino sanremese a favore di quei disgraziati migranti. Una fama tristemente nota la sua, così come è altrettanto nota la sua indisponibilità in aggiunta alla presunzione, tipica di personaggi del suo “rango”, poco nobiliare. Ma si sa che gli affari non guardano in faccia nessuno e lui fa lo stesso ogni giorno. Pensiamo invece al DG della Rai Mario Orfeo quando se lo è trovato davanti che cosa possa aver pensato? Ma in che ambiente sono capitato

Il Festival di Sanremo invece è un catalizzatore di gente comune che durante quella settimana, per tanti aspetti magici, segue con apprensione soltanto le sorti dei cantanti che salgono sul palco dell’Ariston e aspettano quei momenti anche per togliersi dall’ingombrante pensiero di campare alla meglio. E allora le canzoni, i grandi ospiti e – speriamo – questa conduzione di Baglioni che traballa già dalla sua nomina, dovrebbero servire ancora una volta a farci dimenticare i guai quotidiani che sono davvero tanti, molti dei quali li dobbiamo alla Politica. Claudio Baglioni presentatore del Festival, numero 68?

Certo non sarà da solo, sarebbe una tragedia, tuttavia quelle doti da conduttore proprio non gli appartengono così come non gli appartengono altre duttilità artistiche come il sorriso spontaneo, la parlantina alla Pippo Baudo o anche solo alla Conti; non ha quel bel savoir faire che deve avere chi intrattiene gli ospiti che verranno: ma verranno? Insomma il buon Claudio, bello e bravissimo artista di casa nostra, forse lo stiamo massacrando prima del tempo? Poi invece scopriamo che se la caverà benissimo, proprio come un grande showman dello spettacolo, specialmente se gli appiopperanno due o tre, belle figliole, magari spigliate e brave come lui… E così il Festival di transizione, come viene ancora definito il Sanremo 2018, segnerà l’inizio che porterà il Festival, chissà dove.

Una cosa per ora è certa: che un primo successo il Festival lo ha già ottenuto ancor prima di iniziare; infatti è andato a favore di quel Signor Ferdinando Salzano che all’inizio abbiamo segnalato come persona distinta, un Signore d’altri tempi, simpatica, affabile, quanto basta per definirlo – in una sola parola – un bel furbetto dei nostri tempi. Ma che tempi? E se anche lui però alla fine della kermesse sanremese si scoprisse uomo d’onore e decidesse di sorprenderci tutti lasciando parte di quel malloppo a Lampedusa o ad Amatrice? Forse è meglio non illudersi e aspettare le prossime news sull’evento musicale dell’anno. In bocca al lupo Baglioni conduttore, ne ha bisogno perché il Festival è un macigno in grado di travolgere chiunque.

Lascia un commento