Spunta un nome per il Direttore Artistico del 68° Festival di Sanremo: Gian Marco Mazzi.

Di Illy Masper


Girotondo di altri nomi e cognomi per il 68° Festival di Sanremo ed ecco che, prima del Ferragosto, spunta un altro bel nome, di ritorno per la città dei fiori: è il veneto Gian Marco Mazzi (nella foto). Questa decisione potrebbe scaturire innanzitutto dal fatto che il buon Mazzi si è sempre tirato fuori dai giochi interni dell’Azienda Rai per la quale ha collaborato moltissime volte, ma mai dal di dentro.

Questo è un dato di fatto che non lo ha quindi mai messo nella condizione di eseguire ordini che arrivino dalla scuderia aziendale di Viale Mazzini e che per cui non dovrebbe, in teoria, dire grazie a nessuno. O quasi. Di fatto però se la scelta cadesse su Gian Marco Mazzi sarebbe comunque una scelta molto opportuna, decisamente tecnica, che non darebbe fastidio all’interno (un po’ all’esterno forse). Una decisione, oltretutto, suffragata però dal fatto che si tratta di persona per bene, di un serio, quanto capace, professionista, con solide amicizie artistiche consolidate nei tempi da successi clamorosi. 

Adesso c’è da sperare che il solleone di questi ultimi giorni non prenda di mira i nuovi vertici come Andrea Vianello e l’ormai ex Capo Struttura di Rai Uno Claudio Fasulo i quali, probabilmente, hanno dato l’assenso a questo nome, salvo poi rimangiarselo, appunto, a causa del troppo calore. La carriera di Mazzi: nel 1986 collabora con Caterina Caselli e contribuisce alla scoperta di cantautori come Luciano Ligabue, Marco Masini, Francesco Baccini.

A 28 anni fonda a l’impresa musicale “Cartoons“, in società con il cantautore Baccini, omonimo dell’album del cantautore che esce l’anno seguente con il brano “Manager” ispirato a Mazzi. Nel 1992 diventa manager di Celentano e produttore di Pupo. Collabora per un biennio due anni alla CGD-Time Warner come direttore della promozione. Nel ‘97 con Celentano realizza l’album in duetto con Mina; nel 1999 è incaricato dal Clan come direttore di marketing, per i programmi musicali “Francamente me ne infischio” di Rai Uno.

In società con il regista Gaetano Morbioli, fonda la “Run Multimedia srl”, attiva nel settore delle produzioni pubblicitarie e videoclip per artisti come Laura Pausini, Adriano Celentano, Tiziano Ferro, Modà, Biagio Antonacci, Francesco Renga, Gianna Nannini, Giorgia, Pino Daniele, Gigi D’Alessio e altri. Nel settembre 2003, durante la direzione generale RAI di Flavio Cattaneo, è consulente per la musica, ed entra nel gruppo di lavoro del nuovo direttore artistico del Festival di Sanremo 2004, Tony Renis, condotto da Simona Ventura.

A distanza di un anno, nel gennaio del 2005, affidata in un primo momento la Direzione artistica a Paolo Bonolis e Pippo Baudo, che poi decide di rinunciare. Mazzi affianca Bonolis nella veste di direttore artistico musicale del Festival di Sanremo. Nel 2009 è direttore musicale del Festival di Sanremo. Alla fine è curatore del programma di Rai Due 2009, dal titolo Due, registrato al Teatro Camploy di Verona con la Pausini e Ferro.

Diventa nuovamente direttore artistico del Festival di Sanremo per l’edizione 2010, condotta dalla Clerici e vinta da Valerio Scanu. Poi cura l’edizione di Wind Music Awards, quale direttore operativo mentre a febbraio annuncia le dimissioni irrevocabili da direttore artistico di Sanremo, dopo le incomprensioni e forse anche a seguito delle polemiche sui compensi. Sempre nel 2012 come consulente di Arena Extra, porta in tour i ragazzi di Amici di Maria De Filippi nella finalissima realizzando fra l’altro la diretta su Rai Uno del Gran Galà della lirica, un live di Celentano.

Nel 2013 è direttore artistico dei concerti di Morandi all’Arena di Verona. Per la Fondazione Arena, organizza il Festival lirico dell’Arena, condotto dalla Clerici con Massimo Ranieri e Anastacia. Progetta e realizza, con Jacopo Fo “Lu Santo Jullàre Françesco“, monologo di Dario Fo, in cui prende vita un’intera serie di personaggi dell’Italia medievale, trasmesso integralmente da Rai Uno.

A Palazzo Forti per AMO Arena Museo Opera, realizza la mostra “Dario Fo dipinge Maria Callas“, con Jacopo Fo per C.T.F.R. Compagnia Teatrale di Fo e Rame. Con una nuova formula, nel 2015, Bonolis conduce «Lo spettacolo sta per iniziare», scritto e ideato da Mazzi, anche nel ruolo di direttore artistico per quattro anni, per la prima volta in onda su Canale 5. In estate il cda di Arena Extra gli revoca il ruolo di direttore artistico.

A ottobre, assieme a Giorgio Cappozzo, Duccio Forzano (anche alla regia), Guido Tognetti, Gianluigi Attorre, è tra gli autori del programma musicale I Capitani coraggiosi, con Baglioni e Morandi, trasmesso dal Foro Italico di Roma: tutto questo accade prima che Mazzi sposi Evelina Zanetti, circondato dagli amici, tra cui la Clerici, Celentano, Cocciante, Bonolis e Morandi.

Lascia un commento