Finite le ostilità tra Rai e Lucio Presta, si torna a parlare di Paolo Bonolis per il Festival 2018?

Finite le ostilità tra Rai e Lucio Presta, si torna a parlare di Paolo Bonolis per il Festival 2018?

Di Illy Masper

Finite le ostilità tra Rai Uno e il “boss” dello spettacolo Lucio Presta; ritorna vincitrice in “scena” la moglie Paola Perego addirittura in prima serata. Questo fa capire quanto sia labile quel filo, a volte illogico, che esiste nei rapporti tra istituzioni e privati; e questo soprattutto quando ci sono di mezzo grandi interessi economici e, quasi sempre, anche personali.

Sembrava che la Rai, prima della cacciata di Campo dall’Orto, avesse avuto ragione sui compensi limitati agli artisti, giornalisti compresi, che poi è stato invece sufficiente (si fa per dire) il cambio del DG, con l’attuale nominato Mario Orfeo (eccellente giornalista napoletano, nella foto – poco sorridente – con la Presidente della Rai, Monica Maggioni, altra collega) che, subito, si è trovato l’accordo sui compensi lordi milionari, per cui quelli che sono convinti di fare grande la Rai, potranno avere tutti i soldini che desiderano perché troveranno le porte addirittura spalancate.

D’altro canto è il mercato che vuole questo; quindi facciamocene una ragione e teniamoci ancorati, piaccia o no, al sistema dell’Italia politica che ci meritiamo; anzi, per dirla ancora meglio, partitica.

Superata dunque la grande buriana riprendiamo da dove ci eravamo lasciati e cioè che Lucio Presta (nella foto con la moglie) aveva offerto a Rai Uno, Paolo Bonolis per la conduzione del Festival 2018.

Questo aveva innescato tante di quelle polemiche che a farne le spese fu la presentatrice Paoletta Perego, allontanata frettolosamente dal suo programma.

In verità Paolo Bonolis aveva chiesto per tre anni di Sanremo circa dieci milioni di Euro; il che, dall’altra parte, c’era stato subito un subbuglio talmente forte da aver scaturito il bubbone.

Quindi era necessario quel cambio della guardia ai vertici Rai per giungere al classico compromesso di cui noi, italico pubblico, siamo maestri. Tutto ciò per dire che a questo punto le trattative per Bonolis potrebbero essere anche riprese; così da far dimenticare tutte quelle smentite che lo stesso Paolo ebbe a dichiarare, ma erano solo per trovare giustificazioni in allora l’abbandono del progetto.

Ma le vere intenzione sono sempre state altre, cioè queste: concludere un contratto milionario. Andranno così le cose? Ormai ci siamo abituati e la Rai ci sorprende sempre, nel bene e nel male.

Lascia un commento