Bravo d’Alessio che sta crescendo come presentatore, ma per Sanremo? Torna Conti come Direttore Artistico?

Di Norma Imbriano

NAPOLI. Passano le settimane e le puntate della trasmissione di Rai Due, Made in Sud, pur essendo fatta per accontentare i napoletani, pare stiano interessando anche il Nord del nostro Paese. Certo i partenopei sono un po’ dappertutto, così come è vero che la trasmissione è parlata molto in dialetto napoletano tuttavia, quel crescente interesse e successo che sta ottenendo, sembra rivolto anche alla novità di quest’edizione dalla presenza del bravo cantautore Gigi d’Alessio il quale – piano piano – sta dimostrando che un vero artista dovrebbe saper fare un po’ di tutto nel mondo dello spettacolo, anche il presentatore o, addirittura, l’editorialista. Già perché talvolta i suoi interventi, su argomenti non sempre legati al mondo dello show, incuriosiscono proprio perché “recitati” in maniera genuina, spontanea e non da consumato attore. Ma ci sarà tempo anche per questo. Che poi sia affiancato dalle due bravissime “colleghe(insieme nella foto), la napoletanissima bella e forse anche eccessivamente spigliata Fatima Trotta, e l’avvenente quanto procace calabrisella Elisabetta Gregoraci, è un dato inconfutabile; ma anche quando è da solo Gigi comincia a cavarsela  meglio di settimana in settimana. Se il buon d’Alessio saprà applicarsi (ma dovrà mettercela tutta) su questo versante di probabile showman, una seconda carriera gli starebbe anche bene. Tra l’altro farebbe molto bene anche in seno alla sua famiglia che ne sente il bisogno, la moglie Anna Tatangelo compresa…. Però che non si metta in testa di presentare magari il prossimo Festival della Canzone Italiana di Sanremo anche se, nel caso, ma proprio nel caso, in Rai dovessero impazzire e scegliere lui, sarebbe comunque affiancato, come Direttore Artistico, addirittura dal ritorno di Carlo Conti? Questa almeno è la voce che gira negli ambienti televisivi romani e con molta insistenza. Una notizia da prendere con tutte le riserve del caso ma, visti i risultati esaltanti del febbraio scorso, l’ipotesi potrebbe essere credibile. Conti d’altronde sarebbe altroché d’accordo di stare fuori si, dalle quinte dell’Ariston, ma comunque rimanere in gioco ed essere ancora presente nella città dei fiori, in quel luogo che lui – bontà sua – definisce magico. Lo immaginiamo che sia d’accordo e che abbia tutta l’intenzione di ritornare anche perché, ripetiamolo sempre, Sanremo è pur sempre Sanremo!

Lascia un commento