Bonolis, addio al Festival di Sanremo 2018?

di Ilio Masprone

MILANO. L’altro ieri, la gran cassa delle reti Mediaset, ha annunciato ufficialmente che il presentatore Paolo Bonolis ha rinnovato il suo contratto personale per altri due anni, quindi sarà praticamente impossibile che possa essere al Festival di Sanremo l’anno prossimo. Una notizia lanciata addirittura dal giovane presidente Pier Silvio Berlusconi il quale, con orgoglio familiare e in diretta sulle sue reti, confermava questo rinnovo e la ripresa di – non programmate – nuove e vecchie trasmissioni. Come sia successo è abbastanza intuibile dopo che Paola Perego, moglie del manager di Bonolis, il chiacchierato Lucio Presta, è stata praticamente silurata dalla trasmissione su Rai Uno Parliamone sabato a causa di sciocche accuse, quanto meno discutibili sul piano etico professionale (nella sostanza) verso il “sesso debole”. Evidenti scuse arrivate a seguito, molto probabilmente, dei duri contrasti dovuti tra Rai e Presta tanto che hanno portato evidentemente all’immediata sostituzione della presentatrice, ma che hanno anche compromesso la presenza a Sanremo per il 2018 di Bonolis, dato ormai per scontato. Che poi possa accadere che, prima dell’estate, le cose si appianino è ancora possibile perché l’armistizio firmato tra Rai e Mediaset non potrà non durare solo per piccole questioni personali tra la pur sempre scomoda presenza del manager-produttore Presta, e la Rai. Una convivenza difficile che dura comunque da tempo e che, ogni tanto, per ovvie ragioni economiche rispunta fuori. Ciò nonostante Bonolis sia un conduttore, indubbiamente bravo, ma nemmeno troppo simpatico e amato da tutti anche se, pare proprio, che negli ultimi tempi il suo atteggiamento verso il pubblico televisivo sia molto cambiato e meno da presa in giro: buon per lui. Comunque resta il fatto che le divergenze economiche sono sempre la principale causa di rotture, anche di rapporti consolidati, che diventano, comunque, più difficili da gestire, soprattutto quando si tratta di personaggi tutt’altro che facili e poco inclini “all’amore”. Restiamo, dunque, alla finestra e seguiamo queste indiscrezioni che mettono in difficoltà la Rai per l’eventuale ricerca di un nuovo conduttore festivaliero dopo che, Carlo Conti, ha annunciato il suo (provvisorio) ritiro dalla città dei fiori e che possa rientrare la vediamo anche più dura perché – altra indiscrezione – entro luglio dovrà capire se decidere anche lui di passare in Mediaset, oppure restare in Rai. E se così fosse la battaglia si farebbe ancor più dura: povera Rai o ricca Mediaset?

Lascia un commento