Festival, anteprima Ospiti: Pooh – Pausini -Elton John?

Nella storia del Festival non era mai successo che alcuni nomi dei Grandi Ospiti previsti fossero già segnalati ben tre mesi prima del tempo stabilito, e non un paio di settimane dall’inizio dell’Evento sanremese, durante la consueta conferenza stampa. Invece quest’anno tre nomi sono già trapelati dalla sede Rai di Viale Mazzini che sono: Laura Pausini (per la verità la Tv l’ha già fatto intendere nel corso di un programma) i “nuovi” 5 Pooh e l’inossidabile inglese Sir Elton John. Andiamo per ordine a scopriamo i motivi di queste, praticamente, conferme. Laura Pausini: nonostante il suo carisma molto popolare e tanta seria professionalità, arriverà a Sanremo perché è alla ricerca di nuove situazioni che la rilancino sul mercato internazionale con brani nuovi e non solo attraverso cover; quindi un “passaggio” all’Ariston sarà molto salutare anche perché subito dopo, come sempre, i cachet artistici salgono e di molto per la gioia soprattutto dei manager: poi ci saranno sicuramente i Pooh (Carlo Conti qualche battuta l’ha fatta) con la loro  giustificatissima “furbata” dei 50 anni di carriera (meritevole comunque), i quali arriveranno nella città dei fiori perché resta sempre l’ideale vetrina per promuovere, in questo caso, le uniche due date del tour italiano (almeno per ora) della prossima stagione; quindi anche per loro Pooh passaggio sanremese (e il periodo è quello giusto) gli garantirebbero Stadi pieni. Speriamo che almeno vengano gratis vista la promozione che si faranno; terzo, il mostro sacro vivo e vegeto Elton John: il suo cachet sarà certo molto alto, ma servirà per dare quel senso di internazionalità e credibilità ad un Festival, sempre poco noto all’estero (a Mentone non lo conoscono): con questa illustre presenza c’è da sperare che qualche Tv Fuori d’Italia se ne accorga perché siamo pur sempre il secondo Festival della Canzone al mondo, dopo Vina del Mar in Cile. Alle prossime indiscrezioni, vere.

Mirco Ballestri

Festivalnews Redazione

Redazione di Festivalnews

Lascia un commento