Con SanremoYachtFestival la canzone va per mare…

Già il titolo di per se è invitante e conferma che il Festival della Canzone Italiana potrebbe ripartire anche dalle Acque sanremesi per proporsi, come evento musicale, alternativo alla Terra. Quindi “Andar per mare” accompagnati dalla musica e decollando dalla città della canzone per antonomasia è di buon auspicio perché allargherebbe gli orizzonti verso lontani Oceani. Se poi navigare significa farlo a bordo di un fiammante Yacht di 30 metri che parta dalla banchina dello YachtClubSanremo per solcare mari più profondi, sarebbe ancor più interessante e intrigante al tempo stesso. E se la creatività umana portasse a delineare un inedito programma artistico dal titolo, appunto, SanremoYachtFestival, dell’ideatore e manager piemontese Lazzaro Garella che vive in barca tutto l’anno, allora sarebbe il corollario ideale che unisce la cultura della musica a quella del mare, che non è poco. Tutto questo a bordo di un elegante Yacht (nella foto) messo gentilmente a disposizione del Festival, dai cantieri navali AB Yacht di Viareggio; una splendida realtà marina di produzione tutta italiana, con tre motori da 1825 caterpiller per 56 nodi: la “barca” è un modello AB 92 che misura 28,20 metri di lunghezza per 6,50 di larghezza. E volendo iniziare con l’avventura della canzone da far salire a bordo, il 67° Festival di Sanremo, idealmente, si sposterebbe, in una piccola parte, a bordo per dare il via a CiaoSanremo altro titolo che rappresenta un concorso musicale internazionale per giovani talenti che prenderà il via per il 2018, ma soprattutto sarà il titolo della trasmissione televisiva che andrà, in diretta su CANALE Italia/Sky, tutti i giorni dalle ore 13,30 alle 15,00 dall’imminente martedì 7 all’11 febbraio, condotta dal nostro direttore Ilio Masprone. Una partenza significativa che vedrà giovani interpreti della canzone e cantautori, pronti a partire per raggiungere obiettivi professionali e il mare potrebbe essere l’ideale Testimonial per lunghi percorsi. Cinque puntate che daranno spazio anche ad una ventina di giovani interpreti che non hanno, per il momento, la fortuna di salire sul palco più popolare dell’Ariston. Tra questi, una giovane artista è destinata al successo, è Paola Ferrulli, già vincitrice di una puntata della trasmissione “Ti lascio una canzone” di Antonella Clerici di alcuni anni fa su Rai Uno. Ma non sarà la l’unica perché altri ragazzi, o piccoli gruppi, che si esibiranno in diretta sempre a bordo, hanno le caratteristiche per uscire dall’anonimato e questa trasmissione da Sanremo servirà come trampolino di lancio per altre occasioni. CiaoSanremo, come concorso, nasce con la volontà e le capacità di proporsi come alternativa al concorso indetto dal Comune di Sanremo: Area Sanremo che, ancora per questo 2017, sarà gestito dalla Fondazione Orchestra Sinfonica, in attesa che nel 2018 la situazione venga ribaltata allo scopo di favorire i giovani iscritti che pagano un costo giudicato altissimo, quindi privo di senso sociale.

Lascia un commento