Sanremo: Villaggio globale per l’ultimo Festival di Carlo Conti?

Location Vip al Casino, al Porto, a Pian di Nave con Manuela Villa, in Piazza Colombo e l’attraente Movida di Piazza Bresca.

Il Direttore Artistico del 67° Festival della Canzone, Carlo Conti è arrivato al capolinea? A sentire i bene informati si direbbe di si, tuttavia, da Viale Mazzini 14, sede della Rai, dicono anche che aspettano di vedere i risultati di questa sua terza edizione prima di prendere una decisione definitiva. Ma si parla già, comunque, dell’eventuale sostituto che arriverebbe da Mediaset, Paolo Bonolis? Tutto questo mentre nella città dei fiori fervono i preparativi non solo da parte della squadra Rai (almeno 200 addetti) che ha invaso città e Teatro Ariston, ma anche all’esterno perché il Sindaco Alberto Biancheri ha deciso che il Festival va vissuto anche in tutte le piazze e non solo in teatro. Perciò saranno proprio queste location le vere protagoniste che vivranno giorno e notte una Movida unilaterale. A cominciare dalla prima, in assoluto, location: il Roof Garden del Casino di Sanremo (nella foto, il Gran Gala 2016) che, la sera di lunedì sei febbraio, ospiterà la settima edizione del Gran Gala della Liguria (della Stampa) all’interno del quale verranno consegnati ben nove premi a partire dal DietroLeQuinte che andrà alla giornalista de La Stampa Alessandra Comazzi, al discografico Andrea Rosi, Presidente di Sony Italia, ad Alberto Hazan di RadioMonteCarlo, al Direttore d’Orchestra Adriano Pennino e all’autore Mario Lavezzi; ancor più importante il premio Numeri Uno-Città di Sanremo che va all’artista evergreen Rita Pavone, mentre l’inedito Mr. Blogger è  stato assegnato al giornalista-blogger, appunto, Michele Monina (IL Fatto Quotidiano); infine altri due riconoscimenti all’artista genovese Vittorio De Scalzi dei New Trolls e ad Elio Cipri, primo PR della Musica Italiana, per i loro 50 anni di carriera. Le piazze: si comincia con la grande novità del 2017, il “SanremoMusicVillage” (a Pian di Nave) dove sta per essere montata (dopo un indescrivibile travaglio burocratico) una tensostruttura coperta e riscaldata capace di 500 posti a sedere, per spettacoli e intrattenimenti anche eno-gastronomici da esportazione dalle 11 del mattino e fino al dopo Festival: ogni giorno e ogni sera artisti popolari e non, si esibiranno in una sorta di Super Festival aperto a tutti; martedì 7 febbraio si comincia con una serata dedicata al ricordo di Claudio Villa che moriva proprio il 7 sera di trent’anni fa; la notizia la dava Pippo Baudo che interrompeva il Festival mentre il pubblico dell’Ariston si alzava in piedi per l’ultimo saluto al Re della Melodia Italiana: alla serata parteciperà la figlia Manuele Villa (nella foto) insieme ad altri artisti della stessa generazione, ma anche giovani come Paola Ferrulli: tutti dedicheranno un brano a Villa. Altra inedita novità: il primo SanremoYachtFestival; una splendida barca di 30m ormeggiata al Porto Vecchio di Sanremo, messa a disposizione dai cantieri ABYacht di Viareggio, per Vip e per trasmissioni televisive che andranno in diretta su Canale Italia e altre tv regionali; in questo affascinante Set saranno ospitati importanti personaggi: Rita Pavone, Elisabetta Gregoraci che salirà a bordo prima di ripartire per Monte Carlo, Manuela Villa, il giornalista Dario Salvatori che presenterà  ben due libri sul Festival, Marino Bartoletti, l’orafo crotonese Michele Affidato, realizzatore di tutti i premi di Sanremo e tanti altri; in piazza Colombo invece l’incontrastata sede delle grandi radio private che assorderanno i passanti con la loro programmazione musicale dalle 11 del mattino; ma anche le piazzette della Sanremo antica festeggeranno il Festival con manifestazioni di artisti da strada e quant’altro. Infine il Palafiori, con la novità di Villa Ormond (sede del DopoFestival con la Gialappas’ Band e Nicola Savino) prerogativa del “boss” Vincenzo Russolillo, sono altre due sedi nelle quali succederà di tutto e di più soprattutto in Casa Sanremo che festeggia 10 anni di presenza nella città dei fiori. Insomma una settimana come non si vedeva da anni e che riporta l’atmosfera che si respirava dieci anni fa. Sarà dunque la ripartenza per riportare il Festival e Sanremo ai vecchi fasti della popolarità oggi un po’ smarrita? Senza dare credito alle chiacchiere che vorrebbero il Festival a Roma…

Lascia un commento