Sanremo candidata a far ritornare Miss Italia in città?

Questa almeno è la voce che circola da qualche settimana e che noi abbiamo ripotato nell’ultima edizione cartacea di Festivalnews ancora in distribuzione in città. Sarebbe un’altra buona occasione? Che dire: i non più giovanissimi ricorderanno che il grande Patron Mirigliani, in un lontanissimo passato a Sanremo ne fece un’edizione (all’Hotel Mediterranee) poi se ne andò deluso e amareggiato dal comportamento, si disse allora, al quanto scorretto che gli avevano riservato.

Dopodiché la manifestazione prese il volo e spiccò sulla rete ammiraglia della Rai per anni finché approda su “La 7” dopo che la stessa Rai l’aveva nel frattempo mollata. L’ultima città che ha ospitato l’evento televisivo, l’anno scorso con grande successo, è Jesolo e non è detto che la riconfermi, così come pare che un ritorno in Rai sia anche possibile. Tutte eventualità ancora in discussione tuttavia, pensando, a Sanremo, se l’intenzione fosse davvero quella, dovrebbe muoversi con serietà ed invitare magari Patrizia Mirigliani (figlia di cotanto organizzatore) per discutere con l’amministrazione i termini di questo possibile ritorno entrando poi nei dettagli. Potrà accadere questo “miracolo”?

Se la sentirà il Sindaco Alberto Biancheri di affrontare questa nuova sfida cultural-popolare che andrebbe certamente a favore della città? Certo, Sanremo è considerata la città della musica (nelle intenzioni), farla però diventare anche la città della Bellezza e dello Charme internazionale attraverso grandi eventi è tutt’altra cosa. Il problema, nel caso di affrontare l’argomento, sarebbe poi di natura economica. Miss Italia è un evento che ha costi altissimi, ma porterebbe in città anche un sacco di gente che finirebbe per entrare anche al Casinò… A proposito della casa da gioco, per la direzione sarebbe un “colpo grosso”, quasi quasi da non lasciarsi scappare. O no? Un altro aspetto da non sottovalutare è anche quest’altro: l’ultima edizione televisiva di Miss Italia è stata realizzata dalla produzione che fa capo all’imprenditore Vincenzo Russolillo il quale sì è aggiudicato un contratto triennale, mentre il Direttore di produzione è quel mago della tivvù che risponde al nome di Lauro Micheli, “allievo” in tutti i sensi del Patron Mirigliani.

Tutte piccole combinazioni che potrebbero sfociare in un bel programma comune e del Comune… di Sanremo.

Lascia un commento